• Italia
  • lunedì 1 aprile 2013

Le indagini sui marinai italiani in India ricominciano da capo

E stavolta le condurrà l'agenzia investigativa nazionale, dopo che la Corte Suprema aveva sottratto la competenza allo stato del Kerala

La stampa indiana scrive che il ministero dell’Interno ha affidato all’agenzia investigativa nazionale le indagini sui due marinai italiani accusati di omicidio. Lo scorso gennaio la Corte Suprema indiana aveva sottratto la competenza allo stato del Kerala.

Il ministero dell’Interno indiano ha affidato oggi alla Agenzia nazionale di investigazione (Nia) lo svolgimento di nuove indagini riguardanti l’incidente del 15 febbraio 2012 al largo del Kerala in cui sono implicati i marò, accusati della morte di due pescatori indiani. Lo riferiscono le tv a New Delhi.

LA VICENDA – Il 18 gennaio scorso la Corte Suprema aveva sottratto la vicenda a giustizia e polizia del Kerala sostenendo che quello Stato non aveva giurisdizione. L’iniziativa, si è appreso, si propone di fornire materiale probatorio al giudice di New Delhi che nel prossimo futuro dovrà esaminare la vicenda che coinvolge Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Infatti, nè le indagini svolte dal team guidato dal commissario Ajith Kumar di Kochi, nè la perizia realizzata dalla polizia scientifica di Trivandrum (sui cadaveri dei pescatori, sul peschereccio St.Antony e sulla petroliera Enrica Lexie) potranno apparentemente essere tenute in conto per l’assenza di giurisdizione verificata dalla Corte Suprema nei confronti dello Stato del Kerala.

(continua a leggere sul sito del Corriere)

foto: LaPresse

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.