Un giorno alla Camera

Cronaca fotografica di una giornata parlamentare diversa dalle altre

Stamattina alla Camera dei Deputati poteva essere un giorno come gli altri: si votava la conversione in legge di un decreto sul funzionamento degli enti locali che introduceva, tra le altre cose, delle norme a tutela della trasparenza dei bilanci dei partiti e del loro utilizzo dei fondi pubblici. Il governo, che gode di un’ampia maggioranza, aveva posto la questione di fiducia e ha ottenuto un risultato positivo: fiducia passata, decreto approvato, ora è legge. Se non fosse che il governo ha ottenuto 268 voti favorevoli, parecchi meno dei 316 richiesti per avere la maggioranza assoluta. Questo perché i 153 deputati del PdL non hanno votato a favore ma si sono astenuti, come avevano fatto ieri sia alla Camera che al Senato, confermando così di aver cambiato posizione sul governo. Con tutte le conseguenze politiche del caso: Napolitano stamattina ha visto Alfano, presto vedrà anche Bersani, Casini e naturalmente Monti. Alfano, dopo il suo incontro con Napolitano, ha detto che il PdL considera «conclusa» l’esperienza del governo Monti.