Alfano e le primarie del PdL

Oggi alla Camera il segretario del PdL Angelino Alfano ha detto che «la primarie non ci saranno più perché non c’è bisogno di una successione, c’è Berlusconi in campo», dando così per fatta la decisione di Silvio Berlusconi di candidarsi: «essendo il detentore del titolo», riferendosi alle elezioni vinte nel 2008, «ha il diritto di difenderlo». Si tratta di annuncio del tutto opposto a quello di due settimane fa, quando aveva annunciato sul proprio account Twitter: