• Italia
  • martedì 13 Novembre 2012

Un governo di colti democristiani

Monti e i suoi sono una scrematura "al meglio" della classe dirigente DC, scrive Michele Serra commentando le voci che girano su Chiesa e IMU

Oggi nella sua rubrica su Repubblica Michele Serra commenta una ricostruzione pubblicata ieri riguardo una presunta intenzione del governo di cercare un espediente per risparmiare il pagamento dell’IMU a parte degli immobili di proprietà della Chiesa (il governo ha smentito). La cosa non ha ancora trovato conferme ma Serra ne approfitta per dire che, secondo lui, il governo Monti rappresenta una scrematura “al meglio” della classe dirigente democristiana, quella col “guardaroba in ordine” e che “parla le lingue”.

Gli espedienti da leguleio con i quali questo governo cerca di evitare, ridurre o postporre il pagamento dell’Imu sugli immobili non di culto della Chiesa italiana, fanno riflettere su un aspetto davvero sottovalutato di questa fase politica. Mentre sul web e sui giornali più arditi pullulano da mesi le illazioni sui poteri occulti, e ovviamente forti, che reggerebbero i fili del potere montiano (il gruppo Bilderberg, la massoneria, la finanza sionista, la Trilateral, la Spectre, i Thugs, la panchina della Juventus), avevamo sotto gli occhi, da subito, il solo vero condizionamento politico del presidente del Consiglio e di una parte consistente dei suoi ministri: la matrice cattolica.

(continua a leggere sul blog di Giacomo Salerno)

foto: LaPresse