Il tablet di Google e tutto il resto

Oltre a Nexus 7, la società ha presentato un sacco di novità come un sistema per la tv, i suoi occhiali avveniristici e una caramella gommosa per Android

Ieri presso il Moscone Center di San Francisco (California) è iniziato il Google I/O 2012, la serie di conferenze organizzata dalla società per incontrare gli sviluppatori e mostrare loro le ultime novità per quanto riguarda i propri servizi e la programmazione informatica. Come avviene già da qualche anno, l’evento è anche l’occasione per Google per rivolgersi direttamente agli utenti e illustrare i suoi nuovi prodotti. Nel corso della presentazione di apertura di ieri e degli eventi successivi, la società ha mostrato un sacco di cose nuove come il Nexus 7, il suo primo tablet, un nuovo sistema per l’intrattenimento domestico, l’ultima edizione di Android e i suoi futuristici occhialini per vedere dati e informazioni direttamente sulle lenti. L’impegno di Google è su molti fronti diversi ed è principalmente teso a non perdere terreno nel mercato dei motori di ricerca e a trovare nuovi spazi in settori molto redditizi, come quelli dei tablet e degli smartphone. Proviamo a mettere un po’ di ordine tra le tante cose dette e presentate nelle ultime ore.

Google Nexus 7
È il primo tablet che porta il marchio di Google ed è prodotto da ASUS, uno dei più grandi produttori di computer e dispositivi elettronici al mondo. È più piccolo di un iPad (Apple) o di un Surface (Microsoft) e ha uno schermo da 7 pollici con definizione di 1280 x 800 pixel. Grazie alle sue dimensioni ridotte pesa anche poco, circa 340 grammi (un iPad pesa circa il doppio), e può essere dotato di una memoria interna da 8 o da 16 GB. Funziona con un processore di tipo Quad-core Tegra 3, che dovrebbe garantire una buona rapidità nell’esecuzione delle applicazioni, giochi compresi. Si collega a Internet solamente tramite WiFi, ha una antenna GPS, una fotocamera frontale da 1.2 megapixel per le videochat e utilizza il sistema NFC (Near Field Communication) per il trasferimento di dati tra dispositivi a corto raggio (basta appoggiare il tablet su un dispositivo compatibile per far partire la condivisione).

Stando alle informazioni fornite da Google, il nuovo Nexus 7 ha una batteria che consente di riprodurre video in HD per otto ore, oppure di utilizzare il browser per dieci ore. La durata della batteria è quindi paragonabile a quella dell’iPad, ma l’effettiva quantità di ore disponibili dipende molto dall’utilizzo che si fa del dispositivo. Nexus 7 sarà disponibile inizialmente negli Stati Uniti e nel Regno Unito a partire da metà luglio, successivamente dovrebbe essere venduto in altri paesi. Il modello da 8 GB costerà 199 dollari, quello da 16 GB ne costerà 249.

Il tablet di Google è principalmente orientato all’utilizzo dei contenuti come musica, video e ebook attraverso Google Play, il nuovo store online della società che raccoglie in un unico luogo file musicali, film, libri e applicazioni. Per come è fatto, Nexus 7 dovrebbe quindi fare principalmente concorrenza al Kindle Fire di Amazon, il suo primo tablet presentato lo scorso anno che ha dimensioni e funzionalità simili. Il prezzo stabilito da Google è conveniente e potrebbe indurre diversi utenti ad acquistarlo al posto degli iPad, che costano di più. Molto dipenderà dall’offerta di contenuti su Google Play, che non è ancora paragonabile a quella molto ricca e variegata di iTunes.

Android 4.1 – Jelly Bean
Jelly Bean è l’ultima versione di Android, il sistema operativo per dispositivi mobili di Google. La società l’ha chiamato così, cioè “caramella gommosa”, in continuità con i nomi di dolciumi dati fino a ora alle diverse edizioni del suo sistema operativo. La nuova versione è una chiara evoluzione del precedente Android 4.0 e introduce diverse novità per rendere più veloce e semplice da usare il sistema operativo. I menu e le altre opzioni compaiono sullo schermo con animazioni più veloci ed è stato migliorato il passaggio da un’applicazione aperta a un’altra. Sono stati migliorati anche i tempi di risposta al momento in cui si tocca lo schermo del proprio dispositivo per compiere una determinata azione.

Nella prossima pagina le altre novità della caramella gommosa, e molto altro

1 2 3 4 Pagina successiva »