• Sport
  • domenica 10 Giugno 2012

I tifosi russi aggrediscono gli addetti alla sicurezza a Breslavia

Un video mostra l'aggressione ad alcuni steward da parte di un gruppo di tifosi russi, accusati anche di aver gridato cori razzisti contro un giocatore ceco: la commissione disciplinare della UEFA esaminerà il caso mercoledì

Venerdì sera un gruppo di tifosi russi ha assalito degli addetti alla sicurezza dello stadio di Breslavia (Wroclaw in polacco), in Polonia, dopo la partita tra Russia e Repubblica Ceca, finita 4-1 per i russi. Un video amatoriale, che circola molto in queste ore, mostra alcuni momenti dell’aggressione.

Il video mostra decine di persone che assalgono pochi steward in uno dei corridoi principali dello stadio da 40.000 posti, che è lo stadio di casa della squadra Slask Wroclaw. La polizia ha confermato che i responsabili dell’aggressione erano tifosi “di lingua russa”.

Oltre all’aggressione, la UEFA ha accusato la federazione russa di “condotta impropria”, dopo che durante la partita contro la Repubblica Ceca sono stati segnalati cori razzisti contro il giocatore ceco Theodor Gebre Selassie, il primo giocatore nero nella storia della nazionale della Repubblica Ceca.

Secondo quanto riporta l’Associated Press, la commissione disciplinare della UEFA esaminerà il caso russo mercoledì. Le accuse sono quelle di disturbo della quiete pubblica, lancio di petardi e fumogeni e utilizzo di striscioni vietati.

foto: Jamie McDonald/Getty Images