La regina Elisabetta ha preso un parlamentare in ostaggio

E accade una volta l'anno, per vecchie tradizioni che hanno a che fare anche con Guy Fawkes, quello di V for Vendetta

di Antonello Guerrera - @antoguerrera

Il deputato conservatore britannico Marc Francois questa mattina è stato rinchiuso per alcune ore a Buckingham Palace, a Londra. È stato rilasciato soltanto quando la regina Elisabetta II, che nel frattempo è andata in Parlamento, è tornata sana e salva al suo palazzo.

Oggi infatti la regina britannica Elisabetta II ha aperto come tradizione il nuovo anno del Parlamento parlando alla camera dei Lord. Si tratta di un discorso tradizionale e molto seguito – un sunto dei temi principali affrontati oggi si può trovare qui – in quanto la Regina nella circostanza elenca le priorità che il governo britannico dovrà affrontare nei mesi successivi (anche se in realtà il discorso è scritto dal governo in carica). Dal 1952, da quando è diventata regina, Elisabetta II ha inaugurato tutte le sessioni del Parlamento a Westminster, ad eccezione del 1959 e del 1963, quando era incinta rispettivamente del principe Andrea, duca di York, e del principe Edoardo.

Generalmente il discorso della Regina si teneva in novembre, ma poi il governo britannico ha preferito spostarlo in maggio per far combaciare l’anno parlamentare con il calendario elettorale, visto che dall’approvazione del Fixed Term Parliament Act del 2011 le elezioni legislative britanniche si devono tenere sempre in maggio. L’attuale tradizione del discorso della Regina risale alla riapertura del Palazzo di Westminster nel 1852 anche se alcune sue formalità e tradizioni risalgono a tempi precedenti.

Una di queste è proprio quella dell'”hostage MP“, ossia del “parlamentare ostaggio”. Questa tradizione prevede che la Regina lasci Buckingham Palace per andare alla Camera dei Lord, nel Palazzo di Westminster, solo dopo che un parlamentare della Camera dei Comuni viene “preso in ostaggio” a Buckingham Palace, come garanzia per la sicurezza e l’incolumità della Regina qualora il Parlamento si dovesse rivelare particolarmente ostile nei suoi confronti. L'”ostaggio”, che quest’anno è stato appunto il deputato conservatore Marc Francois, viene “rilasciato” solo quando la Regina è tornata sana e salva al suo palazzo.

La tradizione si deve al fatto che storicamente Westminster è stato spesso un luogo ostile per i reali, considerando le frizioni tra monarchia e Parlamento di alcuni secoli fa. La tradizione dell’ostaggio risale precisamente all’epoca di Carlo I, re d’Inghilterra, Scozia, Irlanda dal 1625 al 1649. Durante la sua reggenza crebbero parecchio le tensioni politiche e religiose nel paese che poi diedero luogo alla Guerra civile inglese (1642-1660).

1 2 Pagina successiva »