• Sport
  • domenica 8 Aprile 2012

Quanto vale una medaglia d’oro

Alle prossime Olimpiadi saranno composte solo dall'1,5 per cento di oro, ma il loro valore sarà il più alto di sempre

Le medaglie d’oro che saranno assegnate ai giochi olimpici di Londra, che si terranno il prossimo luglio, saranno le più grandi e pesanti della storia delle Olimpiadi. È quanto sostiene l’Economist, che però precisa che, seppur siano più pesanti e più grandi, le medaglie d’oro di Londra 2012 saranno composte all’incirca soltanto dall’1,5 per cento d’oro, mentre il resto sarà composto d’argento (almeno 92 per cento) e rame.

L’ultima edizione che ha utilizzato medaglie completamente d’oro è stata quella organizzata a Stoccolma, in Svezia, nel 1912. All’epoca la medaglia d’oro pesava circa 17 volte in meno, secondo l’Economist, rispetto alle medaglie che verranno utilizzate a Londra quest’anno. Secondo i calcoli del settimanale, però, pur essendo composte da una minima parte d’oro, le medaglie di Londra 2012 saranno in ogni caso le più preziose (circa 530 €), questo a causa del valore molto alto che l’oro e l’argento hanno in questo periodo sui mercati.

Ovviamente la cifra di cui parla l’Economist si riferisce al valore meramente materiale della medaglia, calcolato sulla quantità d’oro e d’argento che la compongono. Il valore sul mercato di una medaglia olimpica è difatti molto più alto, basta vedere l’esempio di Wladimir Klitschko, campione olimpico dei pesi massimi di boxe alle Olimpiadi di Atlanta del 1996, che, sempre secondo l’Economist, lo scorso 29 marzo ha venduto la sua medaglia per un milione di dollari, devolvendo il ricavato in beneficenza.

foto: LOCOG via Getty Images