• Mondo
  • venerdì 6 Aprile 2012

Il relitto dello tsunami è stato affondato

Le foto e il video del peschereccio arrivato dal Giappone in Nordamerica trasportato dalle correnti, affondato a cannonate perché pericoloso per la navigazione

Il 20 marzo scorso è stata avvistata a circa 190 chilometri dalla costa di Haida Gwaii, in Canada, una nave arrugginita e abbandonata: si trattava del Ryou-Un Maru, un peschereccio giapponese senza guida che era stato trasportato verso il Nordamerica dalla città di Hachinohe, nella prefettura giapponese di Aomori, dalle correnti oceaniche dopo lo tsunami che si era abbattuto sul Giappone l’11 marzo 2011. Il peschereccio è lungo 45 metri ed è il più grande detrito dello tsunami ad aver raggiunto le coste canadesi e americane, attraversando l’oceano.

Oltre a essere senza guida, il peschereccio era anche senza corrente e privo di luci e rappresentava un pericolo per la navigazione. Trasportarlo a riva sarebbe stato troppo costoso e pericoloso, inoltre il suo proprietario ha dichiarato di non volerlo indietro. La guardia costiera statunitense ha dunque deciso di affondarlo. Le operazioni sono state condotte ieri a circa 300 chilometri al largo di Sitka, in Alaska. L’imbarcazione della guardia costiera Anacapa ha colpito il relitto con un cannone mentre un elicottero sorvolava la zona, il peschereccio ha preso fuoco e successivamente è sprofondato in acqua. Si calcola che gran parte dei detriti dello tsunami raggiungerà le coste americane e canadesi nel 2014.

Visit msnbc.com for breaking news, world news, and news about the economy