• Mondo
  • martedì 27 Marzo 2012

Strauss-Kahn è stato incriminato

Stavolta per un giro di prostituzione in un hotel di Lille, lui dice di non sapere che le donne delle feste fossero prostitute

L’ex direttore del Fondo Monetario Internazionale (FMI), il 63enne Dominique Strauss-Kahn, è stato formalmente incriminato dalla giustizia francese per sfruttamento della prostituzione, al termine dell’udienza di ieri sera davanti a un magistrato di Lille. Le accuse si riferiscono al cosiddetto caso dell’Hotel Carlton, a Lille, dove era attiva, secondo gli inquirenti, un’organizzazione che gestiva un ampio giro di prostituzione. Secondo l’accusa Strauss-Kahn, che si dice innocente, sarebbe coinvolto in questo giro di prostituzione che non interesserebbe comunque solo Lille, ma anche Parigi e New York. Strauss-Kahn è stato rilasciato su una cauzione di 100mila euro e, qualora venisse giudicato colpevole, rischia fino a 20 anni di carcere.

Il caso ruota intorno a una serie di feste e orge che hanno avuto luogo specialmente all’Hotel Carlton di Lille, durante le quali sarebbero state presenti numerose prostitute. Strauss-Kahn ha ammesso di aver partecipato ad alcune di queste feste ma allo stesso tempo sostiene di non sapere che le donne presenti fossero prostitute. La magistratura francese pensa il contrario e insieme a lui ha incriminato altre 7 persone, tra cui un poliziotto. Oggi a New York, intanto, si apre il processo civile contro Strauss-Kahn intentato da Nafissatou Diallo, la cameriera dell’Hotel Sofitel di New York, che l’aveva accusato di stupro lo scorso maggio. Diallo chiede a Strauss-Kahn un risarcimento per i danni morali e fisici che avrebbe subìto nel presunto stupro e durante la relativa inchiesta dello scorso anno, abbandonata dalla Procura distrettuale di New York per mancanza di prove e per la perdita di credibilità della testimonianza di Diallo.

foto: AP/Michel Spingler