Le manifestazioni di oggi contro la TAV

A Roma hanno partecipato migliaia di persone e verso le 18 alcune centinaia di loro hanno interrotto il traffico sulla tangenziale Est; in val di Susa di i dimostranti di nuovo sulla A32

Oggi era in programma a Roma una manifestazione contro la TAV, la linea ferroviaria in costruzione nella piemontese Val di Susa, organizzata dai movimenti e dalle associazioni che da tempo si oppongono al progetto. Il percorso programmato del corteo, previsto per le 15, era da piazzale Tiburtino a Porta Maggiore. Altre manifestazioni si sono svolte in una decina di città di tutta Italia: i binari della stazione di Perugia sono stati brevemente occupati e alcune centinaia di persone hanno sfilato anche nel centro di Milano.

A Roma, questa mattina intorno alle 11.30, un piccolo gruppo di manifestanti è entrato nella sede di Repubblica, in via Cristoforo Colombo, ed è rimasto per alcuni minuti all’interno della redazione di Repubblica.it.

Alla manifestazione di oggi pomeriggio nella capitale hanno partecipato migliaia di persone. Il corteo si è svolto in modo pacifico lungo l’itinerario concordato con le autorità, ma quando è arrivato in via Prenestina, poco prima delle 18, un migliaio circa di manifestanti ha deviato dal percorso e ha occupato la tangenziale Est, in direzione di via Tiburtina. Il traffico è stato immediatamente bloccato. Un’inviata di Rai News 24, Angela Caponnetto, ha raccontato che la sua troupe è stata aggredita da alcuni manifestanti.

Intanto, in val di Susa, le proteste di oggi sono partite nel pomeriggio dal centro del comune di Bussoleno. I manifestanti si sono diretti verso l’autostrada A24 Torino-Bardonecchia: al casello di Avigliana le sbarre sono state alzate per far passare gli automobilisti senza pagare il pedaggio. In direzione Bardonecchia, la polizia ha deviato il traffico sulla statale 24. Vicino a Chianocco (la località dove giovedì 1 marzo c’erano stati scontri tra manifestanti e forze dell’ordine) i manifestanti sono saliti sulla rampa di accesso dell’autostrada A32 del Frejus.

foto: LaPresse/Mauro Scrobogna