• Mondo
  • sabato 31 Dicembre 2011

La missione della Lega Araba in Siria contro i cecchini

Gli osservatori chiedono la rimozione immediata degli uomini armati a Deraa, mentre due gruppi di oppositori ad Assad annunciano un accordo

Un osservatore della missione della Lega Araba in Siria ha detto di aver visto cecchini sui tetti nella città siriana di Deraa, e che verrà chiesto al governo di intervenire immediatamente. Come nota la BBC, è il primo segno di reazione da parte degli osservatori, dopo le critiche alla guida della missione da parte del generale sudanese Mustafa Dabi e le denunce che il governo stia continuando la repressione violenta delle manifestazioni di protesta.

Un video postato ieri su Youtube mostrerebbe un osservatore della Lega Araba, vestito con il tipico gilet colorato dei membri della missione, mentre dice “abbiamo visto cecchini nella nostra città, li abbiamo visti con i nostri occhi”, e aggiunge che la missione “si metterà in contatto” con la sede della Lega Araba al Cairo, promettendo “altre misure” se i cecchini non scompariranno. Alcuni osservatori hanno confermato la circostanza a giornalisti di Al Jazeera e dell’agenzia di stampa tedesca DPA.

Intanto, due organizzazioni dell’opposizione siriana hanno annunciato di aver raggiunto un accordo politico sulle regole da seguire nel periodo di transizione dopo l’eventuale caduta del governo di Bashar al-Assad. In un comunicato, il Consiglio Nazionale Siriano e l’Organizzazione Nazionale di Coordinamento per il Cambiamento Democratico in Siria hanno detto di aver firmato venerdì sera al Cairo un documento che sarà depositato come “documento ufficiale” presso la Lega Araba. Nel documento si dà parere contrario a un intervento militare straniero, e si dichiara supporto per l’esercito dei dissidenti che sarebbe formato in opposizione all’esercito governativo siriano, il Free Syrian Army. Come riporta AFP, il CNS è una coalizione di circa 230 membri, con sede a Londra, di cui fanno parte figure dell’opposizione liberale e membri dei Fratelli Musulmani siriani, mentre l’ONC riunisce diverse personalità del movimento nazionalista arabo, tra cui socialisti, marxisti, indipendenti e rappresentanti della comunità curda.

Un’immagine che mostrerebbe gli osservatori della Lega Araba ad una protesta a Idlib, Siria
foto: AP Photo/Shaam News Network via APTN