• Cultura
  • venerdì 25 Novembre 2011

La parata di Macy’s a New York

Le foto di uno degli eventi più attesi del giorno del Ringraziamento, e dei suoi palloni gonfiati

Giovedì pomeriggio più di tre milioni di persone hanno assistito alla parata organizzata dalla catena di grandi magazzini Macy’s a New York, in occasione della festa del Ringraziamento. Si è trattato dell’85esima edizione dell’evento, che venne organizzato per la prima volta nel 1924 dai dipendenti di Macy’s, perlopiù figli di immigrati europei, che volevano festeggiare la più tipica delle feste americane alla maniera dei loro genitori, trasformandola in una sorta di carnevale. La prima parata partì dalla 145esima strada a Harlem e terminò sulla 34esima, dove si trovava il negozio principale di Macy’s: gli impiegati della catena sfilarono con costumi sgargianti accompagnati dalla musica delle bande e da animali provenienti dallo zoo di Central Park. L’evento fu un tale successo che Macy’s decise di trasformarlo in un evento annuale. E così è stato, tranne per un breve intervallo durante la Seconda guerra mondiale quando la sfilata fu sospesa.

L’aspetto più caratteristico della parata sono i giganteschi palloni aerostatici che raffigurano animali, personaggi dei fumetti, dei cartoni e dei giochi animati. Furono introdotti nel 1927 al posto degli animali in carne e ossa, e da allora ogni anno viene introdotto un nuovo personaggio. Quest’anno tra i 40 palloni che hanno preso parte alla sfilata ce n’era uno nuovo inventato dal regista Tim Burton e un altro progettato dallo stilista e designer Paul Frank. Hanno sfilato anche 27 carri, 800 clown, 1.600 cheerleader e diverse bande musicali. Come ogni anno la parata è iniziata alle 9 di mattina – ora locale – all’incrocio tra la 77esima strada e Central Park, ha costeggiato il parco e si è conclusa tre ore dopo a Herald Square, dove si trova il negozio principale della catena.