“L’erba crescerà sulle vostre città”

Sta circolando - oggi arriva in Germania - un bel documentario su Anselm Kiefer, pittore e scultore tedesco, e sulla sua casa straordinaria

Over Your Cities Grass Will Grow è un documentario realizzato dalla regista britannica Sophie Fiennes inserito nella sezione Proiezioni speciali del Festival di Cannes 2010 e dedicato ad Anselm Kiefer, uno dei più importanti pittori e scultori tedeschi dagli anni Settanta in poi. Il documentario nelle scorse settimane è stato proiettato in alcune sale negli Stati Uniti e questo mese è arrivato in Germania.

Nel 1993 Kiefer ha lasciato la Germania e si è trasferito insieme alla sua famiglia a Barjac, un paesino nella Francia meridionale. Qui ha trasformato La Ribaute, una derelitta fabbrica di seta di 35 ettari, nella sua casa e nel suo atélier, dove lavora e conserva le sue opere. Si tratta di un luogo particolarmente suggestivo: numerosi tunnel si fanno strada tra i palazzi, caverne e cripte sotterranee si alternano a zone a cielo aperto. La rivista statunitense Salon lo definisce «uno spazio in perenne costruzione, una rovina con l’intento di evocare luoghi simili a Pompei, il set per un sequel di Interceptor – Il guerriero della strada o un museo quasi fascista e un parco a tema costruito da Kiefer per onorare se stesso».

Kiefer desiderava che qualcuno documentasse il mondo che aveva creato e per questo qualche anno fa decise di invitare a Barjac Sophie Fiennes, particolarmente conosciuta per i suoi documentari poco convenzionali come quello su una chiesa pentecostale a Los Angeles (Hoover Street Revival) e quello sul filosofo Slavoj Zizek (The Pervert’s Guide to Cinema). Fiennes fu molto colpita dalla Ribaute: «era una specie di labirinto, una cosa folle e disorientante. C’è una qualità teatrale e cinematografica intrinseca in quel che Kiefer ha fatto che si presta a essere filmata. Credo che volesse che facessi un film su Barjac perché lui sente la natura effimera delle cose. Il documentario può catturare qualcosa che non sarà più la stessa».

1 2 Pagina successiva »