• Mondo
  • domenica 7 agosto 2011

Il nuovo stadio di Danzica

È stato aperto per la prima volta ieri, in mezzo ai ritardi nell'organizzazione degli europei di calcio 2012, ospitati in Polonia e Ucraina

Il nuovo stadio di Danzica, ritenuto il più spettacolare tra quelli che ospiteranno i prossimi campionati europei di calcio (che si svolgeranno in Polonia e Ucraina nel 2012), ha aperto sabato per la prima volta al pubblico, per un “open day” a cui ha partecipato anche il primo ministro polacco Donald Tusk, per sottolineare l’importanza dell’inaugurazione. I lavori per lo stadio – la PGE Arena, sponsorizzata dalla compagnia energetica nazionale – sono stati ultimati due settimane fa, con un ritardo di 18 giorni rispetto all’ultima scadenza concordata: i ritardi dei lavori nell’organizzazione dei campionati europei sono un tema di preoccupazioni e polemiche da ormai molto tempo, e sulla consegna dello stadio ci sono strascichi giudiziari tra la città di Danzica e le imprese costruttrici. La PGE Arena è il secondo nuovo stadio polacco a essere completato dopo quello di Poznan. Quello di Varsavia dovrebbe essere finito a novembre, mentre a Wroclaw sono indietro rispetto all’incontro di boxe che dovrebbe avervi luogo il 10 settembre.

La prima partita vera e propria si giocherà il prossimo 12 agosto tra il Lechia di Danzica, di cui la PGE Arena diverrà lo stadio ufficiale, e il Cracovia. Tusk è di Danzica e tifoso del Lechia, come ha ricordato durante il discorso tenuto sabato allo stadio. Lo stadio ospiterà fino a 44 mila persone ed è stato costruito in una zona finora abbastanza malfamata della città ma su cui sono in corso grandi lavori e investimenti di modernizzazione e costruzioni nuove. Vi si giocheranno tre partite di girone e un quarto di finale.