• Tecnologia
  • Questo articolo ha più di undici anni

Dove vanno gli iPhone

Il video con gli spostamenti di 881 smartphone in Europa, partendo dalla Germania

Molti modelli di smartphone registrano in continuazione la loro posizione geografica, inserendo questi dati in elenchi che vengono utilizzati per motivi statistici o per migliorare i servizi da parte dei produttori dei cellulari o dai gestori delle compagnie telefoniche (in aprile se ne parlò molto in riferimento agli iPhone). I dati vengono solitamente raccolti in forma aggregata, così da non violare la privacy dei loro proprietari, e dopo un certo periodo di tempo vengono cancellati.

Le informazioni sugli spostamenti di così tanti cellulari sono anche utili per capire come si muovono le persone, dove vanno e con quale frequenza. Per questo motivo negli ultimi tempi diverse organizzazioni hanno avviato progetti per raccogliere questi dati, ceduti volontariamente dai loro proprietari, e per costruire mappe e grafici che raccontano come ci spostiamo per il mondo.

Michael Kreil, uno dei partecipanti al progetto CrowdFlow, ha raccolto in due video le informazioni sugli spostamenti di 881 proprietari di iPhone registrate durante lo scorso mese di aprile, soprattutto in Germania. I punti luminosi corrispondono agli smartphone, quelli più luminosi e grandi indicano la presenza di più cellulari in una medesima area. Alcuni punti si spengono e si riaccendono a indicare i momenti in cui gli iPhone non erano attivi. Gli spostamenti su lunghe distanze, effettuati in aeroplano, sono ricostruiti sulla base dei punti di partenza e di arrivo.