Il goffo fotomontaggio di Huili

Una contea cinese ha taroccato una foto per mostrare i suoi funzionari al lavoro, dando inizio a una catena di prese in giro

Huili è una piccola contea nella provincia del Sichuan in Cina e da qualche giorno è diventata molto famosa online in seguito alla pubblicazione di una fotografia, maldestramente ritoccata, che mostra alcuni funzionari locali impegnati a ispezionare una strada nella zona. L’immagine è stata diffusa lunedì scorso ed è chiaramente modificata al computer: i tre uomini galleggiano al di sopra dell’asfalto e hanno una posizione innaturale rispetto alla strada sullo sfondo e alla prospettiva, inoltre non proiettano alcuna ombra al suolo.

I responsabili delle pubbliche relazioni per la Contea si sono prontamente scusati con i cittadini e hanno rimosso l’immagine, che doveva illustrare i progressi nella costruzione di una nuova autostrada. Le scuse sono state corredate da una spiegazione su quanto accaduto: i tre uomini nella foto avevano effettivamente visitato il cantiere, ma il fotografo che li aveva accompagnati non era soddisfatto del risultato finale del proprio lavoro e così ha deciso di fondere insieme due fotografie diverse, creando la disastrosa immagine che ha messo in imbarazzo le autorità locali.

«Un impiegato pubblico ha pubblicato per errore la fotografia modificata. L’amministrazione della Contea comprende la grande attenzione e desidera scusarsi e spiegare quanto è avvenuto» si legge in un comunicato stampa diffuso dall’agenzia di notizie cinese Xinhua. Anche se l’immagine è rimasta online per poco, in molti hanno fatto in tempo a scaricarla e a modificarla creando una lunga serie di versioni alternative, dai tre omini sulla Luna al Cristo Redentore di Rio, passando per la compagnia di Kim Jong Il.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.