• Mondo
  • sabato 18 Giugno 2011

La fiction dell’esercito pakistano

La interpretano soldati veri, per rilanciare la loro immagine: e sta avendo un grande successo

L’esercito pakistano ha lanciato una serie televisiva per cercare di rilanciare la sua immagine. Si chiama “Faseel-e-Jaan Se Aagay” e racconta le avventure di un gruppo di militari impegnati a dare la caccia ai talebani. Per tenere i costi di produzione bassi, circa 12mila dollari a episodio, la produzione ha deciso di usare come attori gli stessi soldati dell’esercito, che non vengono neanche pagati in più per il loro servizio extra.

Come racconta il Wall Street Journal, la serie ha avuto un grande successo nonostante le scarse capacità di recitazione dei soldati e gli sgangherati effetti speciali. Gli episodi, a detta dell’esercito, sono tutti basati su cose realmente accadute sul campo di battaglia. La prima serie era partita a gennaio, ma visto il successo da giugno ne andrà in onda una seconda, sempre sul canale televisivo statale Pakistan Television Corp.

Nella prima puntata della stagione, due elicotteri conducono un’operazione contro un rifugio talebano nelle montagne tra Pakistan e Afghanistan. I piloti hanno perso un collega durante un’operazione precedente e contro gli ordini ricevuti dai loro comandanti decidono comunque di portare a termine una vendetta contro i talebani. Alla fine riescono a catturare la mitragliatrice con cui i talebani avevano colpito l’elicottero del loro collega. Vengono rimproverati dai vertici militari dell’esercito per avere disobbedito agli ordini, ma diventano degli eroi nazionali. Lo slogan è: «Spiriti invincibili. Anime immortali».