• Sport
  • mercoledì 1 giugno 2011

I 20 gol più belli della stagione

Una selezione del meglio visto quest'anno sui campi di calcio

La finale di Champions League ha di fatto chiuso la stagione calcistica 2010-2011, e anche se in giro per l’Europa qualcuno è ancora impegnato in spareggi e rimasugli vari, si può fare un bilancio di quello che è stato quest’anno. La cosa meno originale ma più divertente è farlo a partire dall’unità di misura del calcio, il gol. Ne abbiamo selezionati venti, quelli che secondo noi sono i più belli della stagione: e li abbiamo messi in ordine di bellezza, così da discuterne come si deve nei commenti. Abbiamo visto un sacco di gol, molti belli li abbiamo scartati – alcuni dolorosamente – ma certamente non li abbiamo visti tutti: se ce ne sono di meritevoli che non sono in questa lista, segnalateli pure. E ci sia perdonata l’enfasi nell’esposizione, diciamo: sono pur sempre i venti gol più belli della stagione.

20. Alexis Sanchez
La partita è Palermo – Udinese, quella che i friuliani hanno vinto sette a zero. Sanchez segna quattro gol, questo è particolarmente meritevole per la rapidità fulminea della corsa e del dribbling sul portiere.

19. Michel Bastos
Il modello è quello di molti altri grandi gol del passato: calcio d’angolo, palla che sbalza fuori dall’area, terzino che mette in gol con una bomba dal limite. Questo è quello di Michel Bastos, difensore del Lione, durante la partita di Champions League contro l’Hapoel Tel Aviv. Ma date un’occhiata anche a quello segnato da Dani Alves contro il Getafe.

18. Fernando Torres
Nella peggiore stagione di Fernando Torres, bisogna segnalare le due perle messe a segno contro il Chelsea (che poi di lì a qualche mese sarebbe diventata la sua nuova squadra). Notevole soprattutto il primo, con stop al volo e tiro in controtempo.

17. Thomas Müller
Esterno destro, al volo, a rientrare. Quoziente di difficoltà altissimo. Segnato centrocampista del Bayern Monaco contro la Roma, in Champions League.

1 2 3 4 5 Pagina successiva »

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.