• Mondo
  • martedì 31 Maggio 2011

Arrestato il sospetto assassino di Anna Politkovskaya

Le autorità russe hanno fermato Rustam Makhmudov, presunto esecutore materiale, latitante dal 2008

Le autorità russe hanno arrestato Rustam Makhmudov, l’uomo sospettato di aver ucciso la giornalista russa Anna Politkovskaya. Il suo legale ha detto all’agenzia di stampa Agence France Presse che l’arresto è avvenuto questa notte, mentre Makhmudov si trovava nella casa dei suoi genitori in Cecenia, e ha aggiunto che sarà trasferito a breve a Mosca. L’uomo era latitante dal 2008.

Anna Politkovskaya è stata uccisa il 7 ottobre del 2006 con quattro colpi di pistola, di cui uno alla testa, nell’ascensore del suo palazzo di Mosca, mentre stava rincasando. Nel 2008 è stato aperto un processo contro Dzhabrail e Ibragim, fratelli di Rustam, sospettati di avere partecipato all’omicidio; contro l’ex poliziotto Sergei Khadzhikurbanov sospettato di aver procurato la pistola; e contro Rustam Makhmudov, accusato appunto di essere l’esecutore materiale. L’anno seguente i tre uomini sono stati rilasciati per mancanza di prove ma nel 2010 la Russia ha deciso di riaprire le indagini. Non è ancora nota l’identità del mandante dell’omicidio.