• Mondo
  • mercoledì 18 Maggio 2011

La stanza da tremila dollari di Strauss-Kahn

Gli alberghi più costosi di Manhattan, a partire da quello in cui DSK avrebbe violentato una cameriera

L’albergo in cui Dominique Strauss Kahn è accusato di aver violentato una cameriera non è un albergo qualsiasi. È il Sofitel sulla 44esima di Manhattan, a due passi da Times Square. È uno dei più belli di New York, e naturalmente uno dei più costosi. La stanza di Strauss-Kahn, per dire, costa tremila dollari a notte. Che ci sarà mai in una stanza da tremila dollari? Slate ha provato a rispondere a questa domanda passando in rassegna le stanze di alcuni degli alberghi più lussuosi di New York.

Che tipo di stanza puoi avere a New York con tremila dollari? Una suite da una o due camere da letto a un piano alto, con vista spettacolare sulla città. Al Mandarin Oriental su Columbus Circle puoi prendere una suite da una camera con finestre enormi su Central Park per 2.500 dollari. Per chi cercasse una soluzione più discreta il Lowell sull’Upper East Side ha suite da due camere da letto per 2.855 dollari. Prezzi di questo tipo di solito comprendono anche terrazzo privato, opere d’arte autentiche, mobili fatti a mano, pavimenti di marmo e televisione a schermo piatto in tutte le stanze, a volte anche in bagno. Al Plaza Hotel sull’angolo sud-occidentale di Central Park la cifra include anche un maggiordomo che pulisce il bagno, lustra le scarpe e rifornisce il bar della suite con le bottiglie preferite dell’ospite.

Una delle stanze più costose in assoluto è la suite presidenziale del Mandarin Oriental. Sedicimila dollari a notte per 900 metri quadrati al 53esimo piano e vista sia su Central Park che sul fiume Hudson. Le luci, il termostato e l’impianto stereo si controllano attraverso un iPad. Le opere d’arte sono tutte antiche sculture e pergamene cinesi. C’è anche una cucina interamente attrezzata con staff completo. L’ingresso per lo staff naturalmente è separato da quello degli ospiti. Al Peninsula Hotel la suite più lussuosa comprende anche un pianoforte e una biblioteca privata, con una terza camera da letto opzionale per l’eventuale staff di sicurezza. I prezzi poi salgono se si cerca una stanza firmata da grandi designer. L’attico Ty Warner al Four Seasons progettato dagli architetti Peter Marino e Ieoh Ming Pei costa 35mila dollari per notte. In questo caso si tratta di 1.500 metri quadrati per una suite con nove stanze e vista panoramica su tutta l’isola di Manhattan. Anche qui c’è un maggiordomo privato e un autista sempre a disposizione, con Rolls Royce Phantom o Maybach.