Apple accusa Samsung di copiare iPad

La società coreana è stata citata in giudizio per la sua linea di prodotti Galaxy, troppo simili agli iPhone e agli iPad

Apple ha deciso di citare in giudizio Samsung, accusata di aver copiato gli iPhone e gli iPad con la propria linea di prodotti Galaxy. L’azione legale è stata depositata lo scorso venerdì presso la Corte Distrettuale della California settentrionale e contiene numerose accuse nei confronti di Samsung. Secondo Apple, la società coreana avrebbe di proposito imitato l’aspetto, il design, il packaging e alcuni principi di funzionamento dei propri prodotti. Nelle 38 pagine della causa, gli avvocati di Apple sostengono che Samsung avrebbe scelto di copiare gli iPhone e gli iPad invece di mettersi al lavoro per trovare un proprio stile e soluzioni tecnologiche alternative.

Un iPhone 3G a confronto con un Samsung Galaxy S (foto PARK JI-HWAN/AFP/Getty Images)

Nella documentazione depositata presso la Corte ci sono anche immagini ed elaborazioni grafiche che mettono in evidenza la somiglianza tra i dispositivi Apple e quelli Samsung, giunti in un secondo momento sul mercato rispetto al lancio dell’iPhone e del tablet. Secondo gli analisti, la nuova disputa legale potrebbe complicare i rapporti tra le due società.

Samsung produce e fornisce molti dei microchip che Apple utilizza nei propri prodotti, come i portatili MacBook Pro. Tuttavia, la società coreana sta diventando sempre più competitiva nel settore degli smartphone e dei tablet, anche grazie al successo che sta riscuotendo Android, il sistema operativo sviluppato da Google, e questo avrebbe indotto Apple a correre ai ripari per tutelare il lavoro di ricerca e sviluppo dei prodotti anche contro un proprio fornitore.

La nuova iniziativa legale sembra ricordare vecchie dispute nel campo dell’informatica tra Apple, Microsoft e Xerox sul design dei primi personal computer e sui loro principi di funzionamento. All’epoca lo scontro era concentrato principalmente sul copyright, mentre ora si tratta di marchi di fabbrica e di brevetti. Samsung seguirà probabilmente una linea difensiva già adottata da altre società in casi simili, affermando di aver scelto quel particolare design simile a quello di Apple per ragioni di praticità e necessità tecniche e non per imitare la concorrenza.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.