Il Brasile vuole comprarsi il debito del Portogallo

Il Brasile sta pensando di comprarsi il debito del Portogallo, di cui un tempo era stato colonia

Oggi l'economia brasiliana è dieci volte più grande di quella portoghese

Il Brasile starebbe considerando la possibilità di comprarsi parte del debito del Portogallo per aiutare Lisbona a uscire dalla crisi ed evitare di ricorrere agli aiuti dell’Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale. Il presidente Dilma Roussef lo ha detto oggi al quotidiano brasiliano Diario Economico: «Stiamo considerando varie alternative», ha spiegato «tra cui acquistare parte del debito del Portogallo o rimborsare in anticipo i titoli di stato brasiliani attualmente posseduti dal governo lusitano».

Il Brasile conquistò l’indipendenza dal Portogallo nel 1822. I due paesi hanno sempre avuto stabili relazioni commerciali e politiche da allora. Secondo il Fondo Monetario Internazionale, l’economia brasiliana è almeno dieci volte più grande di quella del Portogallo. La settimana scorsa il premier Jose Socrates ha dato le dimissioni dopo la bocciatura del suo piano di tagli economici per combattere la crisi.