• Mondo
  • mercoledì 2 Febbraio 2011

La tempesta perfetta

Sta interessando un terzo di tutto il paese, circa cento milioni di persone dal Colorado al New England

Circa trentamila persone sono rimaste senza elettricità in Texas, quattordicimila in Ohio

Da ieri sera una spaventosa tempesta di neve e ghiaccio si è abbattuta su tutti gli Stati Uniti, paralizzando strade e autostrade e bloccando migliaia di voli. La tempesta si sta presentando in una rara combinazione di neve, ghiaccio, tornado e freddo estremo e sta interessando un terzo di tutto il paese, circa cento milioni di persone, dal Colorado al New England. I meteorologi l’hanno definita la tempesta più devastante di cui si abbia memoria da decenni.

Il vento ha raggiunto i 90 km/h in alcune parti del Texas. A Tulsa, Oklahoma, il quotidiano Tulsa World ha sospeso la sua edizione cartacea del mercoledì per la prima volta in oltre un secolo. A Chicago le scuole sono rimaste chiuse per la prima volta dopo dodici anni e le autorità hanno invitato i cittadini a non mettersi in viaggio e a non sottovalutare la pericolosità di vento e neve. Circa trentamila persone in Texas e quattordicimila in Ohio sono rimaste senza elettricità. Seimila voli sono già stati cancellati ieri e un numero ancora più alto è previsto per oggi. In Missouri erano già caduti trenta centimetri di neve ieri a mezzogiorno.