Wikipedia è maschia?

Solo il 13% degli autori di Wikipedia è composto da donne

Negli Stati Uniti il 42 percento degli adulti con accesso a Internet usa Wikipedia come fonte d'informazione

Wikipedia viene spesso citata come la dimostrazione più riuscita e lampante delle potenzialità della Rete e della condivisione della conoscenza. Il luogo in cui la cosiddetta «intelligenza collettiva» si materializza senza dover ricorrere a ulteriori spiegazioni, quindi il luogo in cui il sapere è democratico per eccellenza. Eppure secondo alcune ricerche congiunte effettuate da Nazioni Unite e Università di Maastricht, anche Wikipedia soffrirebbe di uno dei problemi più comuni presenti nelle comunità offline: la scarsa presenza delle donne.

Ad oggi soltanto il tredici percento degli autori di Wikipedia è costituito da donne e secondo il direttore della Wikimedia Foundation, Sue Gardner, la cosa si riflette molto nella qualità generale dei contenuti pubblicati. Se si prende la pagina dedicata a una serie tv tipicamente preferita dal pubblico femminile come Sex and The City, per esempio, si troveranno soltanto dei brevi riassunti di ogni episodio. Se invece si prende una serie tipicamente molto apprezzata dagli uomini come I Sopranos si troveranno paragrafi e paragrafi che raccontano ogni episodio nei minimi dettagli. «Ognuno porta il suo pezzetto di informazione  sul tavolo», spiega al New York Times Sue Gardner, «ma se le donne non sono al tavolo nessuno può beneficiare del loro pezzetto». Per questo il suo obiettivo è portare al venticinque percento entro il 2015 la percentuale di donne che contribuiscono regolarmente alle voci dell’enciclopedia.

Jane Margolis, co-autrice di un libro sul sessismo nel mondo dell’informatica, sostiene che su Wikipedia le donne scarseggiano per gli stessi motivi per cui scarseggiano nei Cda delle aziende o nei parlamenti. «In quasi tutti gli spazi, chi sono le autorità, i politici, gli opinionisti?», ha detto. Le donne sarebbero così abituate a non essere parte attiva della discussione pubblica che farebbero molta più fatica a esprimere liberamente le loro opinioni in pubblico anche quando si tratta dell’online. Secondo una ricerca di OpEd Project, un’organizzazione no profit di New York che si occupa di monitorare le diseguaglianze di genere nella società, un rapporto di 85 a 15 nella partecipazione di uomini e donne alle discussioni pubbliche – sia che si tratti di discussioni politiche sia che si tratti di editoriali delle testate più importanti – è del tutto normale. Nel frattempo le dimensioni del pubblico di Wikipedia continuano ad aumentare ogni giorno. Secondo un recente sondaggio del Pew Internet Center, negli Stati Uniti gli adulti che usano Wikipedia come fonte d’informazione sono passati dal 25 percento del febbraio del 2007 al 42 percento del maggio del 2010.

Mostra commenti ( )