• Mondo
  • giovedì 27 gennaio 2011

Il pianoforte sull’oceano

Non c'è nessuno che lo suona e vai a sapere chi l'ha messo proprio lì, nelle più belle foto delle ultime 24 ore

Se ne parla da 24 ore e i dietrologi già sospettano trovate pubblicitarie misteriose: un pianoforte è comparso sulla sabbia di Miami e nessuno sa spiegarsi come ci sia arrivato. Poi Google fa come sempre le cose in grande, a Nagano le scimmie nuotano, in Germania i laghi ghiacciano, negli Stati Uniti i palazzi bruciano e ballare il tango è bello anche sotto la neve di Washington.

*

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.