• martedì 18 gennaio 2011

Il piccolo J’accuse che agita la Francia

Un libro di 20 pagine che invita a indignarsi per le storture del mondo moderno è un successo da settimane

Novantatré anni e un passato nella resistenza francese, Stéphan Hessel ha scrito un piccolo libro che oltre al successo commerciale (al momento si avvia verso il milione di copie) sta generando un notevole dibattito ed è arrivato in Italia sulla copertina di Internazionale di questa settimana. Il titolo è eloquente: Indignez-vous. E parte proprio dalla ricerca di motivi per indignarsi. Hessel nel suo pamphlet ne individua alcuni, come la situazione dei rom e degli stranieri senza permesso di soggiorno, ma invita tutti a trovare i propri. Il fenomeno di vendite si è accompagnato ad alcune polemiche: su Gaza e la Palestina Hessel scrive: “Che proprio gli ebrei possano macchiarsi di crimini di guerra è insopportabile. Purtroppo, la storia offre pochi esempi di persone che imparano dalla propria storia”. Non mancano poi accuse contro l’attuale sistema economico.