• Mondo
  • lunedì 17 Gennaio 2011

Ehud Barak lascia il Partito Laburista

La decisione arriva dopo mesi di scontri sui progressi del processo di pace con la Palestina

Il ministro della Difesa israeliano Ehud Barak ha lasciato il Partito Laburista di cui è segretario per formare un nuovo partito insieme ad altri quattro parlamentari. La decisione per il momento non non influisce sui numeri della maggioranza del primo ministro Benjamin Netanyahu, ma cambia le carte in tavola nella discussione all’interno del Partito Laburista se togliere o no l’appoggio al governo sulle lentezze del processo di pace. Adesso sarà da vedere cosa faranno rispetto a questo i deputati laburisti rimasti.

Da mesi il Partito Laburista israeliano vive una difficile crisi interna, e la leadership di Barak è stata più volte contestata dagli altri ministri laburisti che lo criticano per la mancanza di progressi nel processo di pace. Il nuovo partito si chiamerà probabilmente Atzmaut, Indipendenza in ebraico (“sarà centrista, sionista e democratico”). Nel parlamento attuale, il partito laburista ha 13 deputati su un totale di 120.