Il dibattito sugli Smiths alla Camera dei Comuni

Durante il question time, una deputata ha fatto una domanda sugli Smiths al premier, che se l'è cavata bene

Morrissey e Marr, cantante e chitarrista degli Smiths, avevano criticato Cameron vietandogli di apprezzarli

Durante la consueta e tradizionale sessione di domanda e risposta tra primo ministro e deputati alla Camera britannica — il question time — ieri la parlamentare laburista Kerrt McCarthy e il premier conservatore David Cameron hanno avuto un inconsueto scambio dedicato agli Smiths, uno dei più famosi e amati gruppi britannici degli anni Ottanta, e il premier non se l’è cavata male.

Cameron ha detto più volte in passato che gli Smiths sono il suo gruppo preferito. Durante un programma radiofonico di BBC 4 ha messo la loro canzone This Charming Man tra quelle che porterebbe su un’isola deserta, e l’anno scorso ha scherzato chiedendo scusa per l’apprezzamento a Morrissey, il leader e cantante del gruppo che ha sempre manifestato visioni politiche diverse, anche se molto indipendenti.

A quanto pare le scuse dell’anno scorso non sono bastate, perché una settimana fa il chitarrista del gruppo, Johnny Marr, ha scritto sul proprio Twitter: “David Cameron, smetti di dire che ti piacciono gli Smiths, non è vero. Ti vieto che ti piacciano”. Quattro giorni fa Morrissey si è unito alla protesta di Marr pubblicando online una lettera contro il premier, in cui attaccava in particolare la sua passione per la caccia e le sue proposte politiche in difesa dei cacciatori (uno dei più famosi dischi degli Smiths, Meat is murder, era dedicato alla battaglia contro l’alimentazione carnivora).

Durante il question time di ieri, a un certo punto la deputata laburista Kerry McCarthy ha preso la parola, e riferendosi al voto di oggi sulla questione delle rette degli studenti ha detto:

Dato che dice di essere un così grande fan degli Smiths, il primo ministro sarà sicuramente dispiaciuto che sia Morrissey sia Johnny Marr gli abbiano proibito di apprezzarli. Gli Smiths, è evidente, sono una band vicina alle tematiche studentesche. Se lei dovessi vincere il voto di domani, quale canzone pensa ascolteranno gli studenti? Miserable Lie, I Don’t Owe You Anything o Heaven Knows I’m Miserable Now [Bugia patetica, Non ti devo nulla o Lo sa il cielo quanto sono triste]?

Cameron ha risposto:

Immagino che se mi facessi vedere dagli studenti non mi canterebbero This charming man [Quest’uomo affascinante], e se ci andassi con il ministro degli esteri [William Hague, ndr] probabilmente sarebbe William, it was really nothing [William, non era nulla di importante].

I deputati di ambo le parti hanno iniziato a ridere e ad applaudire, costringendo lo speaker a chiedere la calma, fatto raro per un luogo in cui anche gli ululati e le proteste — che non scadono mai negli insulti — fanno parte del cerimoniale spettacolare del question time.