• Mondo
  • giovedì 25 Novembre 2010

La battaglia delle favelas

L’esercito brasiliano ha mandato sei carri armati all’ingresso di una favela di Rio de Janeiro

Da domenica sono stati arrestati quarantasette narcotrafficanti e morte trenta persone

Dopo cinque giorni di scontri e 30 morti, l’esercito brasiliano ha mandato sei carri armati all’ingresso di una favela di Rio de Janeiro per combattere alcune bande di narcotrafficanti. Secondo la polizia, due grossi gruppi di narcotrafficanti avrebbero unito le forze per cercare di prendere il controllo della favela di Vila Cruzeiro, nella zona nord della città. E stanno rispondendo all’intervento della polizia sparando e incendiando macchine e autobus.

Da domenica sono stati arrestati quarantasette narcotrafficanti, alcuni mentre si accingevano a incendiare dei veicoli con bottiglie piene di benzina. La polizia ha anche sequestrato armi e droga e interrogato 112 sospetti. Circa due milioni di abitanti di Rio – un terzo della popolazione complessiva – vivono nelle favelas.