• Mondo
  • lunedì 5 luglio 2010

Sistemare una copertina

L'Economist esagera un po' con il fotoritocco del presidente americano Barack Obama

Nella copertina del 19 giugno dell’Economist, Obama è fotografato in una spiaggia della Louisiana. È solo e, mani sui fianchi, guarda verso il basso con aria sconsolata. “Obama vs BP”, titola il giornale: e l’immagine scelta è perfetta, il sogno di ogni foto editor. Ma il New York Times si è accorto che la foto originale era un po’ diversa e mostrava altro. Obama non era da solo sulla spiaggia della Lousiana: era insieme al capo della Guardia Costiera Thad W. Allen e a Charlotte Randolph, presidente di una contea locale. C’è tutt’altro significato: se la prima ci mostra un Obama triste e sconsolato, la seconda foto ci mostra Obama che ascolta concentrato quello che gli viene detto. E la signora è stata garbatamente rimossa e rimpiazzata da una superficie marina ricostruita. Oplà.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.