A che cosa serve Foursquare?

Il servizio per segnalare in tempo reale la propria posizione geografica agli amici conquista nuovi utenti e investitori

Tu vai da qualche parte, prendi il cellulare e registri dove ti trovi: così tieni traccia dei tuoi spostamenti e li segnali online ai tuoi amici. Foursquare funziona così.
È una via di mezzo tra un social network, una guida turistica e un gioco dove vince chi crea e segnala il maggior numero di cose interessanti che vede in giro. Il servizio è stato lanciato nel marzo del 2009 e in pochi mesi ha attirato l’attenzione di un milione e trecentomila utenti e di alcuni investitori come il fondo Horowitz, che ha da poco finanziato il progetto con 20 milioni di dollari. Anche Yahoo è molto interessato all’iniziativa e ha offerto 125 milioni di dollari per acquistare Foursquare.

Rispetto ad altri sistemi che consentono di comunicare online la propria posizione geografica, Foursquare offre alcune cose in più. Quando effettui un “check-in”, ovvero quando segnali la tua presenza da qualche parte, il sistema assegna un punteggio che consente poi di ottenere dei badge che indicano il proprio livello di attività sul sito, spiega la FAQ di Foursquare:

I badge sono piccoli riconoscimenti che ottieni sulla base delle tue abitudini nel fare i check-in (per esempio, frequentare molti locali per il karaoke, mangiare in molte pizzerie, portare i tuoi bambini al parco giochi). Aggiungiamo in continuazione nuovi badge, e ora puoi anche ottenere alcuni badge dai marchi con i quali siamo partner (come Starbucks, AskMen.com, Bravo, Zagat, The History Channel, The Wall Street Journal, Bon Appetit, Lucky Magazin, Thrillist, BART, VH1 e MTV).

I luoghi compresi negli elenchi di Foursquare sono costantemente aggiornati dagli stessi utenti, che possono segnalarne di nuovi inserendo anche suggerimenti sulle cose che si possono fare in quel determinato luogo. Se segnali un ristorante messicano, per esempio, puoi indicare il piatto migliore del menu o suggerire le pietanze più economiche ai tuoi contatti. Analogamente agli altri social network, Foursquare consente di rimanere in contatto con i propri amici così da poter scambiare opinioni sui luoghi in cui ci si trova, o decidere di incontrarsi se si hanno conoscenti nelle vicinanze.

Per semplificare la vita a chi vuole utilizzare il servizio, quelli di Foursquare hanno sviluppato una serie di applicazioni per i principali smartphone come iPhone, BlackBerry e per i sistemi operativi come Android e Windows Phone 7. Negli Stati Uniti gli aggiornamenti possono essere inviati anche attraverso SMS. Il servizio è disponibile su scala internazionale da circa sei mesi, ma al momento la versione del portale è solamente in lingua inglese.

Il servizio promette di espandersi ulteriormente, concorrenza permettendo. Da tempo si ipotizza che Facebook possa introdurre alcune funzionalità simili a quelle di Foursquare per consentire ai propri iscritti di segnalare la loro posizione geografica, tenere traccia dei luoghi in cui sono stati e condividere consigli e suggerimenti con i loro amici. Facebook può fare affidamento su quasi 500 milioni di iscritti, cosa che potrebbe rallentare l’ascesa competitiva di Foursquare.

Mostra commenti ( )