La mappa del debito

La ricostruzione dell'Economist sulla situazione economica di 14 nazioni, Italia compresa, dopo la crisi

L’Economist ha pubblicato una mappa interattiva che illustra i debiti di quattordici nazioni rapportati al valore del prodotto interno lordo. Semplificando: più la percentuale è alta, peggio è.

Oltre a rappresentare il valore del debito complessivo (overall), la rivista ha diviso il debito nei diversi settori, sottolineando come sia un errore concentrarsi solamente sul debito pubblico (government). Il dato totale è infatti scorporato anche in debito dei proprietari di immobili (household), debito di banche e istituti finanziari (financial) e debito di aziende non legate al settore finanziario (non-financial).

Passando con il cursore sulle nazioni avrete l’indicazione del debito complessivo, e cliccandoci sopra i vari dati relativi al paese scelto. La mappa è basata sulle informazioni raccolte dal McKinsey Global Institute.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.