Lasciare Facebook e ripensarci

Il social network propone una pagina di addio per disincentivare la cancellazione dei profili

Anche quando ci si cancella le notifiche continuano ad arrivare

Chiudere completamente il proprio profilo su Facebook non è la cosa più facile di questo mondo, e se ne discute da quando nacque Facebook. Intanto il sistema richiede diversi passaggi e non sempre porta alla totale cancellazione dei propri dati. E poi, se su centinaia di milioni di utenti qualcuno decide di andarsene ogni giorno, il messaggio di addio di Facebook fa di tutto per fargli cambiare idea, stando a quanto racconta ReadWriteWeb.

Quando si avvia la procedura per disattivare il profilo, il social network propone all’utente in fuga una schermata con alcune domande per comprendere le ragioni dell’abbandono e non solo. La pagina si apre con due frasi piuttosto minacciose:

Sei sicuro di voler disattivare il tuo account? I tuoi amici non saranno più in grado di rimanere in contatto con te.

Segue una serie di fotografie prese dai profili dei propri amici con una didascalia molto chiara e anche in questo caso diretta:

Tizio sentirà la tua mancanza. Inviagli un messaggio.

Roba che farebbe sentire in colpa Jack lo Squartatore. E il sistema sembra funzionare, come indicano anche alcune ricerche sull’esodo degli utenti da Facebook. La pagina di addio del social network trattiene ogni anno un milione di utenti dal compiere l’ultimo click che li avrebbe portati a chiudere il loro profilo online, lasciando altrettanti milioni di amici a rimpiangerli, pare.
Se da una parte il dato suona una dimostrazione di efficacia del sistema, la notizia è anche che ogni anno un milione di utenti di Facebook cerchino di evadere, ma vengano premurosamente riaccompagnati alle proprie celle da garbati agenti in divisa.

La pagina per la disattivazione contiene anche un riquadro per motivare la propria scelta di abbandonare il social network. La risposta è richiesta e obbligatoria per poter procedere alla rimozione del proprio profilo. Anche quando il profilo sarà disattivato, i propri amici potranno invitare l’esule a partecipare ad alcuni eventi, lo potranno taggare nelle foto e potranno chiedergli di unirsi a qualche gruppo. Il sistema prevede, comunque, la possibilità di disattivare le notifiche via email da parte degli utenti che cercano di cancellarsi dal social network. Altrimenti, salvo indicazione contraria Facebook continua a inviarti le notifiche anche quando ti sei cancellato dal portale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.