• Mondo
  • lunedì 3 Maggio 2010

E ora, Nashville?

15 morti per ora in Mississippi e Tennessee

A Nashville si temono ulteriori rotture degli argini del fiume Cumberland

Ieri sera è cominciata l’evacuazione di Nashville, la capitale del Tennessee minacciata dal livello crescente del fiume Cumberland. I morti per le tempeste e i temporali che impazzano da sabato sono finora 15, ma le impressionanti immagini degli allagamenti ricordano immediatamente quelle di New Orleans ai tempi di Katrina: anche se l’allarme non è al momento di quelle dimensioni. A Nashville un argine ha già ceduto e quartieri interi sono sott’acqua, le automobili sommerse, centinaia di persone nei rifugi. La popolazione è stata invitata a usare la poca acqua corrente disponibile solo in caso di necessità, dopo che uno dei due impianti di fornitura è stato chiuso per precauzione. Per ora le autorità sperano che gli allagamenti risparmino il centro della città.

In tutto il Tennessee ieri sono state chiuse 150 strade. Le scuole oggi resteranno chiuse e molte zone dello stato sono senza corrente elettrica. Altre foto degli allagamenti qui.

( foto MANDY LUNN / THE TENNESSEAN)