Da che parte stanno quelli un po’ fascisti

(titolo mio, non della redazione)

Allora, la notizia è questa: la Giovane Italia (che poi è l’organizzazione giovanile del Popolo della libertà) di Monza e Brianza organizza una raccolta di firme. Obiettivo: “Cacciare chi non si integra”. Questo il comunicato: “È giusto che la gente brianzola possa esprimere il suo parere contro  rom e clandestini che non rispettano le regole e le leggi del nostro Paese. Per questo in tutte le piazze  della Brianza organizzeremo un raccolta di firme  per mandare via chi non si è integrato”. I promotori della raccolta di firme hanno anche detto che  l’assegnazione delle case popolari ai rom, studiata dal comune di Milano e non ostacolata dal ministro Maroni, «sarebbe una decisione scellerata e impopolare. Verrebbe penalizzato chi da sempre vive nel nostro Paese». Già, quindi: smantelliamo i campi, e va bene, ma non diamo le case a chi nei campi ci vive. In pratica: cacciamoli.

Così, tanto per far vedere da che parte stanno, in questa divisione nel centrodestra, quelli un po’ fascisti e un po’ xenofobi.