La prova del IX

Un altro esempio di auto-manifesto abusivo, scovato da Traffico Matto e riguardante la richiesta di sospensione di tutti i progetti riguardanti i parcheggi interrati nella zona.

Oggi invece Pro Pup Roma pubblica un’impietosa foto da Google Maps (il mondo ci guarda) che testimonia quella che è la (vergognosa) situazione attuale, e approfondisce la la situazione parlando di una saldatura ormai avvenuta tra il peggio della cittadinanza, della politica e dell’imprenditoria del quartiere:

Il peggio della cittadinanza perché ormai i cittadini che combattono contro i PUP neppure fanno finta di essere a favore del mezzo pubblico, contrari alle automobili di proprietà, in preoccupazione per l’archeologia. Niente di tutto ciò. Ormai lo dicono chiaro come noi avevamo previsto da mesi: non vogliamo i PUP perché tolgono posti abusivi in superficie e ne creano di regolari -però a pagamento- sotto terra. Insomma, unici in Europa, i cittadini romani pensano di potere ancora a lungo abbandonare la propria auto a ufo sul suolo pubblico senza pagare pegno alcuno. Realmente inaudito.
Il peggio dell’imprenditoria perché la protesta dei cittadini si è fusa con quella di una cricca di origini molisane che rappresenta quelle famiglie che gestiscono a cifre stratosferiche le autorimesse sotto i palazzi. Quei parking da 300 euro al mese che molti cittadini sono costretti giocoforza ad affittare. Ebbene questi signori, riuniti sotto una associazione che si batte contro i PUP, si stanno letteralmente cagando addosso prevedendo nel quartiere l’arrivo di parcheggi veri, europei, occidentali che toglierebbero se non il lavoro per lo meno la possibilità di lucrare su cifre inaudite.
Non poteva mancare il peggio del peggio del peggio della politica. A questo consesso si è infatti unito Giordano Tredicine, consigliere comunale rampollo della nota famiglia che con i famigerati camion-bar (e gli altrettanto famigerati caldarrostai famosi per le castagne più care del pianeta terra, vista l’assenza totale di concorrenza) deturpa ogni angolo della città storica, archeologica e monumentale. (In realtà, poi, alla cattiva politica si è aggiunta anche la maggioranza del IX Municipio, con Susi Fantino che così ci ha dato una cocente delusione).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.