Non è del tutto vero

Enrico Letta, oggi, su Repubblica spiega che il Pd ha già votato le primarie per i parlamentari nell’ultima assemblea nazionale (che si è tenuta 11 mesi fa).

Siccome l’ordine del giorno lo presentai «di persona, personalmente» (insieme a Paolo Cosseddu), mi tocca ricordare che fu modificato e ‘ammorbidito’, su iniziativa della segreteria nazionale, e che l’impegno non era così chiaro come ora lo definisce Letta.

Si parlava di «primarie e di altre forme di consultazione» impegnando il partito a lavorare in questi mesi per definire il regolamento e le modalità di svolgimento. Tutte cose che la segreteria nazionale del partito, nonostante sia passato un anno, non ha affrontato, né discusso (almeno pubblicamente).

Così, per capirci. Se poi hanno cambiato idea, non possiamo che esserne felici.