I brackets del Post

Abbiamo deciso di sfidare Obama. E abbiamo deciso di farlo pubblicamente. A Obama piace il basket? Beh, anche a noi. Obama ha compilato il suo bracket NCAA? Beh, anche noi.
E se il Presidente è  “progressista” quando si tratta di destreggiarsi nell’arena politica, di certo ha dimostrato di esserlo meno ieri, quando in TV nazionale ha compilato il suo bracket per il torneo NCAA che in America inizia oggi.

Ne avevamo parlato qui e abbiamo spiegato come ogni “zona” del tabellone, ogni “regional”, ha una sua testa di serie numero uno. Ecco: Obama ha fatto avanzare tutte e quattro le sue teste di serie numero uno (Kansas, Ohio State, Duke e Pittsburgh) fino alle Final Four di Houston, ovvero le semifinali e finali del torneo che decideranno il college campione NCAA per il 2011.
Noi no. Noi abbiamo rischiato un po’ di più (magari non tanto a livello di Final Four) nei risultati che portano a definire le ultime 4.

Perché così è più divertente. Perché volevamo rischiare un po’ di più di un Presidente che, almeno quando c’è stato da indovinare la vincente di un torneo di pallacanestro, si è dimostrato parecchio “conservatore”.

(Poi, con Obama, restiamo d’accordo su una cosa: vince Kansas!)