Lo dicono i numeri: vince la Germania!

Le vuvuzela ormai non fanno più notizia. Ormai sono passate in secondo piano. E anche l’orecchio sembra averci fatto l’abitudine e quasi non si sentono nelle telecronache. Oggi però c’è stato un colpo di coda informativo. Un gioielliere viennese ha prodotto una vuvuzela tempestata di oro bianco e diamanti del valore di 17.000 euro. La vuvuzela è stata commissionata da un ricco uomo d’affari russo che ha intenzione di donarla, per la finale del 11 luglio, a un suo partner commerciale sudafricano.

Inizia il simpatico fuoco di sbarramento sugli arbitri. Il primo posto è stato preso dall’Uruguay che pare che abbia messo il veto sull’inglese Webb che doveva essere designato per dirigere Uruguay-Ghana di questa sera. Il timore era quello di qualche ritorsione dopo che l’uruguaiano Larrionda non aveva assegnato il gol a Lampard in Inghilterra-Germania.

Facciamo l’appello? Chi ha detto la sua sui mondiali? Zero Renato? L’ha detta. Bossi Umberto? L’ha detta. Bertone Cardinal? L’ha detta. La Russa Ignazio? L’ha detta. Tajani Antonio? L’ha detta. Ma non manca proprio nessuno??? Chi è quello lì in fondo? Su, dai! Nessuna timidezza! E perbacco! Come ti chiami? Berlusconi Piersilvio? Va bene. Tu non hai detto niente. Ok, è il tuo momento, parla pure. “Me lo sentivo che ci sarebbe stato il flop da quando ho saputo che non erano stati convocati Totti, Balotelli e Cassano. Ora tiferò Spagna, anche per questioni di interesse”. Perfetto. Adesso però abbiamo finito, vero????

Quotazione per gli arbitri candidati a dirigere la finale: Webb (GB) a 1,90 poi viene il belga De Bleckeere a 4,50. A 7,50 si piazza il messicano Archundia, a 12,00 il tedesco Stark, a 15,00 il sudafricano Damon. Baldassi a 25,00, Udiano Malenco e Ruiz a 50,00, Rodriguez, Hannson e Simon a 100,00. Tutti gli altri a 6,00.

Le parole di pace e di fratellanza dei giocatori tedeschi nei confronti di quelli argentini sono proseguite anche ieri. Dopo Schweinsteiger si è cimentato anche Philipp Lahm: “Sappiamo che i sudamericani sono molto impulsivi e che realmente non sanno perdere, spero che sabato potremo vedere quale reazione avranno questa volta alla sconfitta”.

Qualche giorno fa avevamo parlato delle coincidenze cabalistiche che portavano a propendere per una vittoria dell’Argentina. Ora c’è la teoria numerologica del 3.964. Sommando gli anni in cui la Germania ha vinto gli ultimi due mondiali (1990 e 1974) si arriva a questo numero. Ma si arriva a questa cifra anche sommando gli anni in cui ha vinto gli ultimi due mondiali l’Argentina (1986 e 1978). Poi c’è il Brasile che ha l’accoppiata 1970 e 1994 (indovinate il totale) e 1962 + 2002. E’ vero che l’accoppiata 2006/1958 non si è verificata ma potrebbe essere l’eccezione che conferma la regola. Ora togliendo a 3964 l’anno in corso (2010) si ottiene 1954 anno in cui vinse la Germania. Quindi questi mondiali verranno vinti dalla Germania.

Oggi in Sud Africa, oltre ai quarti di finale, prende il via un torneo di calcio a 5 fra pazienti affetti da HIV/AIDS e operatori di Medici senza frontiere. Lo scopo è quello di sensibilizzare tutto il mondo su questa battaglia contro la malattia che non è ancora vinta. Dalle 10.30 sei squadre miste si sfideranno per tutta la giornata al Newton Park a Johannesburg. Si stima che 5,7 milioni di sudafricani siano sieropositivi e che la co-infezione tubercolosi-Hiv, sia la prima causa di morte tra i pazienti sieropositivi. Nel Paese dove si stanno giocando i mondiali di calcio, secondo Medici senza frontiere, oltre un milione di persone non ha accesso alle cure antiretrovirali.

Sulla stessa linea di battaglia all’AIDS è il pullman inviato dal governo brasiliano che da ieri circola in Sud Africa e che distribuirà gratis 30.000 profilattici. Lo slogan della campagna è “Segna un gol – Brasile e Sudafrica sul campo di battaglia contro l’Aids”.

Qualcuno ha capito che farsi inquadrare nelle immagini delle partite del mondiale può portare notorietà. Ovviamente sono i soggetti femminili che, spesso, si ricordano di più. Così la più famosa del web è la paraguayana Larissa Riquelme che, senza neanche essere andata in Sud Africa, è stata più volte immortalata ed è ormai famosa per il suo “particolare” porta-cellulare. Ora sembra che una modella o comunque ragazza molto carina sia stata beccata prima in bikini e trucco rosso-giallo-nero a tifare Germania contro la Serbia, e poi in versione molto simile ma con colori dell’abbigliamento modificati a fare il tifo per il Portogallo contro la Spagna. Passione per il bel calcio o bieco interesse?

Oggi iniziano i quarti di finale. Questo il programma:

ore 16.00   Brasile-Olanda

ore 20.30   Uruguay-Ghana

SKY le trasmette tutte e due mentre la RAI manderà in onda solo quella delle 16.00.