I mondiali di calcio – giorno 8

Facciamo così: le notizie sulle vuvuzelas le metto all’inizio tanto ogni giorno ce n’è una carrettata. Sembrano più i mondiali delle vuvuzelas che quelli del calcio, ormai. Intanto c’è da segnalare che questa sera durante Inghilterra-Algeria il suono si sentiva più flebile, lontano. Che i tecnici della Rai abbiano messo qualche filtro? A domani per l’ardua sentenza.

Suonare la vuvuzela può essere molto pericoloso. Ne sa qualcosa una arzilla signora sudafricana che nei giorni scorsi si era lasciata andare a vivaci strombettate per le strade di Cape Town. Poi ha iniziato ad accusare dolori alla gola che sono diventati così forti da non riuscire a mangiare per alcuni giorni. Quando la benedetta donna si è decisa a farsi controllare da un medico si è scoperto che si era lacerata la trachea!

Ma la vuvuzela è rischiosa anche se non la si suona. Se avete dei dubbi chiedete a Chris Evans, 44 anni, speaker della rete 2 radio della BBC, che, sul suo profilo di twitter, ha fatto una battuta sulle vuvuzelas che è poi stata ripresa dai quotidiani. Evans ha scritto: “Gli africani guadagnano due sterline al mese e come le spendono? In una maledetta trombetta!” Peccato che quella che voleva essere una battuta (non particolarmente brillante a dirla tutta) è stata giudicata come una frase razzista e il buon Evans, oltre a scusarsi, ha rischiato il posto alla BBC.

Sconvolge la profondità di analisi del commento di Zidane dopo la sconfitta per 2-0 della nazionale francese contro il Messico. Interrogato al riguardo l’ex capitano dei bleus se ne è uscito con un “Non hanno giocato molto bene”. Ma pensa…

E ora c’è anche l’accusa di plagio sulla canzone che fa da colonna sonora ai mondiali ossia “Waka Waka” di Shakira. Il signor Wilfrido Vargas, di origine dominicana, sostiene di aver scritto nel 1982 una canzone dal titolo “El negro no puede” che è stata cantata dal gruppo Las Chicas del Can. Ora, se si ascolta la canzone de Las Chicas, come dire, i dubbi non è che siano molti. Per me la causa il buon Vargas la vince!

In epoca di mondiali di calcio qualsiasi ricerca che abbia come argomento il pallone è buona per far notizia. Ora, in Germania, all’Università di Colonia e Hannover, nel campionato 2007/2008 hanno studiato le prestazioni di 483 giocatori e sono arrivati a stabilire che i giocatori belli giocano peggio. La valutazione sulle qualità estetiche dei 483 sottoposti all’analisi è stata fatta con un sondaggio telefonico con alcune tifose.

Iniziano le punzecchiature fra brasiliani e argentini. Julio Cesar ha detto che “ora tutti parlano dell’Argentina per tutto quello che ha fatto finora. Per me non è una sorpresa ma vi dico che alla fine sarà samba e non tango”. E se fosse di nuovo tarantella?

La Panini, quella delle figurine celo-manca-manca-celo, ogni 4 anni viene presa in contropiede dalle convocazioni ai mondiali. Purtroppo la stampa delle “figu” richiede dei tempi che non sono compatibili con le scelte definitive degli allenatori. Così ci si ritrova fra i presenti nelle varie squadre giocatori che brillano per la loro assenza in Sud Africa mentre quelli che effettivamente ci sono non risultano nell’album. Ad esempio per l’Italia ci sono Legrottaglie, Grosso e Borriello mentre mancano Maggio, Bonucci e Pazzini. Ma la Panini questa volta è corsa ai ripari e ha stampato 77 figurine aggiuntive che saranno distribuite con il Corriere dello Sport/Stadio e Tuttosport sabato 26 giugno (le prime 40 figurine) e venerdì 2 luglio (le altre 37 + 3 figurine speciali).

Nelle partite di ieri un brusco atterraggio, un gran recupero e uno scialbo pareggio.

Il brusco atterraggio è quello della Germania che già volava alto dopo il 4-0 rifilato all’Australia. La Serbia ha battuto i tedeschi 1-0 (Jovanovic) che hanno anche sbagliato un rigore e hanno giocato tutto il secondo tempo in 10 per l’espulsione di Klose. Il gran recupero è quello degli Stati Uniti che, sotto di due gol con la Slovenia alla fine del primo tempo, sono riusciti a pareggiare 2-2 (Birsa, Ljubijankic, Donovan, Bradley). Agli Stati Uniti è stato anche annullato, abbastanza inspiegabilmente, il gol del 3-2 a pochi minuti dalla fine. Lo scialbo pareggio è quello fra Inghilterra e Algeria (0-0) con i due portieri protagonisti delle papere più clamorose delle prime partite del mondiale (Green e Chaouchi) che sono stati entrambi sostituiti.

Oggi le tre partite sono:

13.30 Olanda-Giappone

16.00 Ghana-Australia

20.30 Camerun-Danimarca

Come di consueto SKY le trasmette tutte mentre la RAI manda in onda solo quella delle 20.30