Il video di Michel Gondry per una canzone inedita degli White Stripes

Il video di Michel Gondry per una canzone inedita degli White Stripes

City Lights è una canzone che in origine doveva far parte di Get Behind Me Satan degli White Stripes (del 2005), ma era stata poi scartata ed è rimasta inedita fino allo scorso 9 settembre, quando è uscito l’ultimo disco di Jack White, Jack White Acoustic Recordings 1998-2016.
Il nuovo disco raccoglie versioni non pubblicate di canzoni che White aveva registrato quando faceva parte degli White Stripes, dei Raconteurs e da solista.
City Lights è uno dei due inediti degli White Stripes inclusi nel disco. Il video è stato diretto da Michel Gondry, che l’ha girato senza dire niente a Jack White, né alla sua casa discografica: gliel’ha presentato quando era già pronto. La storia della canzone viene disegnata a dita sul vapore condensato della parete di vetro di una doccia.

La foto del ragazzo messicano che cerca di bloccare una marcia contro i matrimoni gay

La foto del ragazzo messicano che cerca di bloccare una marcia contro i matrimoni gay

Domenica 11 settembre il fotografo messicano Manuel Rodríguez ha pubblicato sul suo profilo Facebook una fotografia che mostra un bambino con le braccia allargate nel mezzo di una strada di fronte a una marcia del Fronte nazionale per la famiglia, un’organizzazione che si oppone alla modifica della costituzione che permetterebbe di sposarsi alle persone dello stesso sesso. La manifestazione si è svolta a Celaya, una città poco lontano da Città del Messico.

La foto è particolarmente impressionante perché ricorda l’immagine dell’uomo che il 5 giugno del 1989 venne ripreso mentre affrontava una colonna di carri armati cinesi durante i disordini di piazza Tienanmen (o più di recente, quella dei sostenitori del presidente turco Recep Tayyp Erdoğan davanti ai carri armati dei golpisti).

Nella didascalia, Rodriguez scrive: «Mi viene la nausea vedendo così tanta omofobia tutta insieme, ma preferisco portare con me l’immagine di questo ragazzo che cerca da solo di “fermare” la manifestazione». La manifestazione di sabato è la più grande tra quelle organizzate contro la proposta di modifica della costituzione e ha coinvolto 19 stati diversi.

Rodriguez racconta che quando ha visto il ragazzo in mezzo alla strada aveva pensato che stesse giocando. Poco dopo aver scattato la foto lo ha raggiunto e gli ha chiesto come mai avesse deciso di mettersi di traverso sulla strada della manifestazione. Rodriguez ha raccontato al sito BuzzFeed che il ragazzo gli ha risposto di avere uno zio omosessuale e che non voleva che la gente lo odiasse. La manifestazione, ha continuato il ragazzo, era una manifestazione di odio. Rodriguez ha raccontato di non aver pubblicato la foto sul giornale per cui lavora, Al Momento Celaya, a causa di alcune differenze di opinione con i suoi colleghi.

Fin da sabato la foto è circolata moltissimo sui social network messicani, soprattutto grazie ai gruppi di attivisti LGBT di Celaya che l’hanno ripresa dal profilo di Rodriguez. In molti hanno accusato Rodriguez di aver messo in scena la foto accordandosi con il ragazzo. Rodriguez ha respinto le accuse dicendo che con il suo stipendio da fotografo fatica a comprarsi da mangiare e non avrebbe il denaro sufficiente per organizzare una simile messa in scena.

South Park ricomincia il 14 settembre, con una parodia dell’inno nazionale statunitense

South Park ricomincia il 14 settembre, con una parodia dell'inno nazionale statunitense

La serie a cartoni animati statunitense South Park ricomincia domani negli Stati Uniti, con la sua 20esima e attesa stagione. Per ricordarlo ai fan, e non solo, quelli di South Park hanno pubblicato un video con l’anteprima di un episodio in cui alcuni dei protagonisti del cartone animato cantano una parodia di “The Star-Spangled Banner”, l’inno nazionale degli Stati Uniti.

Nuovo Flash