I rottami del treno lungo 2 chilometri deragliato lunedì in Australia

I rottami del treno lungo 2 chilometri deragliato lunedì in Australia

È stato diffuso un video che mostra il treno merci fatto deragliare lunedì nella regione di Pilbara, nell’ovest dell’Australia, dopo che, non si sa ancora bene perché, aveva percorso 91 chilometri senza conducente. Il treno era composto da 258 vagoni che trasportavano minerali di ferro estratti da una miniera della BHP Billiton (la più grande società mineraria al mondo) ed era lungo circa due chilometri: è il più lungo treno mai coinvolto in un deragliamento. Nessuna persona è stata ferita nel deragliamento ma si stima che BHP Billiton perderà 55 milioni di dollari (48 milioni di euro) al giorno fino a quando i rottami del treno e la parte che non è stata danneggiata dal deragliamento (mezzo chilometro di vagoni) non saranno rimossi dai binari. Più di 130 persone stanno lavorando per liberare i binari, che si trovano in una zona scarsamente popolata.

La serie di Netflix sul Boca Juniors, per prepararsi alla finale di Copa Libertadores

La serie di Netflix sul Boca Juniors, per prepararsi alla finale di Copa Libertadores

Boca Juniors Confidencial è una recente serie televisiva prodotta da Netflix sulla storica squadra di calcio argentina di Buenos Aires, di cui in questi giorni si sta parlando per l’attesissima doppia finale di Copa Libertadores — la Champions League sudamericana — che giocherà questo mese contro i rivali concittadini del River Plate. Boca Juniors Confidencial è uscita due mesi fa in Italia: in quattro episodi segue la stagione 2017/18 della squadra, iniziata con qualche difficoltà ma conclusa con la vittoria del campionato argentino. Per l’occasione la dirigenza del Boca ha permesso agli operatori l’accesso pressoché totale agli ambienti della squadra, dalla preparazione estiva agli spogliatoi della Bombonera di Buenos Aires nei giorni delle partite, un po’ come nei due precedenti documentari sportivi più noti: quelli di Amazon Prime Video sul Manchester City e sulla nazionale neozelandese di rugby.

Dagli episodi di Boca Juniors Confidencial — narrati da Juan Pablo Varsky, uno dei giornalisti sportivi più popolari e apprezzati in Argentina — si può comprendere sia il motivo per cui il Boca si sia guadagnato un posto tra le leggende del calcio mondiale, pur restando sempre orgogliosamente confinato nel suo barrio di Buenos Aires, dove venne fondato 113 anni fa da immigrati genovesi, sia l’importanza del Superclasico argentino.

Di Maio pensa che il presidente cinese si chiami Ping?

Di Maio pensa che il presidente cinese si chiami Ping?

Durante un importante discorso a Shanghai, in Cina, al China International Import Expo (Ciie), il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio ha sbagliato completamente il nome del presidente cinese, chiamandolo «Ping». Di Maio, che è noto per fare molti errori grammaticali e ortografici anche quando usa l’italiano, si trova in Cina per una visita ufficiale. Per la cronaca, il presidente cinese si chiama Xi Jinping, e si pronuncia ssì jinpìn (senza dire xi e senza pronunciare la g finale).

L’errore era presente anche nella trascrizione del discorso pubblicata da Di Maio nella sua pagina su Facebook; poi è stato corretto.

Nuovo Flash