Il video sui “terroni” che circola moltissimo online

Il video sui "terroni" che circola moltissimo online

Da alcuni giorni sta circolando molto – è vicino al milione di visualizzazioni – un video pubblicato dalla pagina Facebook This is Racism in cui l’attore Andrea Pennacchi interpreta un monologo in cui si rivolge ai “terroni”. Lo fa ricordando che per anni, al Nord, gli immigrati provenienti dal Sud sono stati oggetto di razzismo, e lo fa mettendosi proprio nei panni di uno di quei razzisti del Nord. «Ci facevate proprio schifo», dice. Poi però sono arrivati i “negri”. Il video è stato girato da Francesco Imperato, ed è basato su un testo dello scrittore Marco Giacosa.

Quando i neri erano i meridionali: ovvero, l'ultimo è "il più terrone" di tutti

Quando i neri erano i meridionali: ovvero, l'ultimo è "il più terrone" di tutti**CREDITS:Con: ANDREA PENNACCHI Da un testo di MARCO GIACOSAAdattamento e regia: FRANCESCO IMPERATOOperatore: CLAUDIO PASTAFIGLIAUna produzione: GOLEMHUB.COM+++please share+++

Gepostet von This is Racism am Freitag, 19. Oktober 2018

Durante una festa all’università di Clemson, è crollato il pavimento

Durante una festa all'università di Clemson, è crollato il pavimento

Trenta persone sono state ferite in modo non grave durante l’annuale festa della confraternita studentesca Kappa Alpha Psi dell’università di Clemson, in South Carolina: i ragazzi stavano ballando e saltando nella sala comune di un edificio residenziale dell’università quando il pavimento è crollato improvvisamente, facendo cadere le persone nel seminterrato. L’incidente è avvenuto nelle prime ore di domenica. L’edificio faceva parte del complesso di appartamenti studenteschi Woodlands of Clemson, costruito nel 2004. La polizia ha detto che è stata aperta una indagine.

Di Maio, Conte e Grillo adesso ci ridono sopra, sulla “manina”

Di Maio, Conte e Grillo adesso ci ridono sopra, sulla “manina”

Domenica l’ex leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo ha partecipato alla manifestazione Italia 5 Stelle al Circo Massimo, a Roma, e si è portato dietro una mano di plastica per scherzare su una delle storie politiche della settimana: le bizzarre accuse del ministro del Lavoro Luigi Di Maio sulle presunte manipolazioni del decreto fiscale, compiute secondo lui da “una manina”. Un’accusa piuttosto complottista che era rivolta principalmente agli uffici della presidenza del Consiglio, ma che poi si è scoperto essere stata il risultato di un fraintendimento e che per questo è stata molto presa in giro. Grillo si è portato la mano di plastica sul palco, e l’ha usata per stringere la mano al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e per posare in una foto con Conte e Di Maio, che ha documentato tutto in alcune Storie di Instagram apparentemente molto divertite.

 

Nuovo Flash