L’ingresso della bara di Samuel Paty alla Sorbona di Parigi

L’ingresso della bara di Samuel Paty alla Sorbona di Parigi

Mercoledì sera alla Sorbona, la più importante università del paese, il presidente francese Emmanuel Macron ha assegnato in maniera postuma la legione d’onore (la massima onorificenza francese) a Samuel Paty, l’insegnante di scuola media decapitato il 16 ottobre nella periferia nord di Parigi da un ragazzo di 18 anni di origine cecena, per aver mostrato vignette satiriche sul profeta Maometto durante una lezione sulla libertà d’espressione. La bara di Paty è entrata alla Sorbona mentre veniva suonata “One” degli U2, scelta dai suoi familiari perché era una delle sue canzoni preferite.

Dopo l’entrata della bara, Macron ha fatto un lungo discorso, in cui ha celebrato Paty e ricordato che è stato ucciso «per aver deciso di insegnare ai suoi allievi come diventare cittadini».

 

Il trailer di “Mank”, il film di Netflix sulla Hollywood degli anni Trenta

Il trailer di "Mank", il film di Netflix sulla Hollywood degli anni Trenta

Netflix ha pubblicato il trailer di Mank, il film – diretto da David Fincher – che racconterà la Hollywood degli anni Trenta «attraverso gli occhi del pungente critico sociale e sceneggiatore alcolizzato Herman J. Mankiewicz, mentre si affretta per finire la sceneggiatura di Quarto Potere per Orson Welles». Mankiewicz sarà interpretato da Gary Oldman e il film è tratto da una sceneggiatura scritta negli anni Novanta da Jack Fincher, il padre di David, che è morto nel 2003. Mankgirato in bianco e nero – arriverà su Netflix il 4 dicembre, ma già a novembre è prevista una sua uscita nei cinema.

I due candidati a governatore dello Utah hanno fatto uno spot insieme

I due candidati a governatore dello Utah hanno fatto uno spot insieme

Negli Stati Uniti il 3 novembre, oltre alle elezioni presidenziali, si terranno le elezioni dei governatori di 11 stati. Tra questi c’è lo Utah, governato dal 2009 dal repubblicano Gary Herbert, che però quest’anno ha deciso di non ricandidarsi. I due candidati saranno Spencer Cox, per i Repubblicani, e Chris Peterson, per i Democratici. Il 20 ottobre i due hanno pubblicato uno spot elettorale in cui sono insieme e chiedono agli elettori di votarli, ma in un modo decisamente insolito visto il clima molto teso delle elezioni presidenziali, in cui Donald Trump ha ripetutamente insultato il suo avversario Joe Biden. Cox e Peterson dicono che «si può essere in disaccordo senza odiarsi», che, chiunque dovesse vincere, i due collaboreranno in futuro, e concludono dicendo di voler mostrare al paese che esiste un modo migliore di fare politica.

Nuovo Flash