La pubblicità di Samsung che prende in giro Apple

La pubblicità di Samsung che prende in giro Apple

Samsung ha fatto una pubblicità di un minuto che prende in giro i dieci anni di storia dell’iPhone e, allo stesso tempo, celebra e promuove i nuovi Samsung S8, S8+ e Note 8. Il protagonista è un ragazzo che nel 2007 compra tutto contento il primo iPhone ma, nel 2010, scopre che la memoria era troppo poca. Nel 2013 decide di comprare ancora un nuovo iPhone (il 5) per scoprire però che la sua fidanzata ha un Galaxy Note 3 che sembra essere molto più utile. Nel 2016 il protagonista scopre che il suo iPhone non è resistente all’acqua; il Samsung della sua ragazza invece sì. Segue una scena in cui, mentre si vede il Samsung di lei caricarsi wireless, lui se la deve vedere con vari casini di cavi (ha a che fare con quella storie del jack per le cuffie). Infine, lui si decide e compra un Samsung. «Upgrade to Samsung», dice la scritta alla fine. Chissà se Apple risponderà e chissà se lo farà citando quel piccolo dettaglio sui Samsung Galaxy Note 7 che prendevano fuoco.

Mario Balotelli ha fatto Mario Balotelli

Mario Balotelli ha fatto Mario Balotelli

Nella partita di Ligue 1 francese tra Nizza e Digione, giocata domenica pomeriggio e valida per la dodicesima giornata di campionato, Mario Balotelli ha segnato nel primo tempo – su calcio di rigore, la sua specialità – il gol con cui il Nizza è tornato alla vittoria dopo sei sconfitte consecutive fra campionato e coppa. Nonostante abbia segnato il gol della vittoria – la sua ottava rete stagionale – ora riceverà probabilmente una dura squalifica per quello che è successo nei minuti finali dell’incontro. A un minuto dal novantesimo infatti, Balotelli, dopo aver perso palla a centrocampo, ha commesso un fallo da dietro nel tentativo di fermare un avversario; proprio davanti all’arbitro, peraltro, che non ha potuto far altro che espellerlo. Dopo aver visto il cartellino rosso, Balotelli ha iniziato a protestare (urlando, fra le altre cose, “siete delle merde”) e uscendo dal campo ha rotto con un pugno un pannello in plexiglas di una panchina.

Il gran spot girato da un uomo per vendere la vecchia auto della sua fidanzata

Il gran spot girato da un uomo per vendere la vecchia auto della sua fidanzata

Max Lanman è un uomo americano che per aiutare la sua fidanzata a vendere la propria automobile usata, una Honda Accord del 1996 con più di 227mila chilometri, ha realizzato un efficace spot pubblicitario che è stato visto più di due milioni di volte. È una specie di parodia delle normali pubblicità di automobili, e il messaggio è «Luxury is a state of mind», “Il lusso è uno stato mentale”. Dopo la diffusione del video l’offerta più alta per la Accord su eBay è arrivata a 150mila dollari (più di 130mila euro), da un’offerta iniziale di 499 (circa 430 euro).

Nuovo Flash