Il nuovo record mondiale della maratona, ancora di Eliud Kipchoge

(Hassenstein/Getty Images)
(Hassenstein/Getty Images)

Domenica il keniano Eliud Kipchoge ha stabilito un nuovo record mondiale della maratona maschile, battendo quello che lui stesso aveva stabilito quattro anni fa. Kipchoge ha concluso la maratona di Berlino e i tradizionali 42,2 chilometri in 2 ore 1 minuto e 9 secondi, circa 33 secondi in meno del tempo con cui aveva vinto nel 2018. Per il maratoneta keniano, già due volte campione olimpico, è stata la quarta vittoria a Berlino.

Kipchoge ha 37 anni, è il più forte e costante maratoneta della sua generazione, nonché uno dei migliori di sempre. Oltre ai due ori olimpici e alle quattro vittorie a Berlino — una delle cinque principali maratone al mondo — in carriera è stato anche campione mondiale, nel 2003. È stato inoltre l’atleta scelto prima da Nike e poi da Ineos per battere il “muro” delle due ore, obiettivo riuscito nel 2019 al secondo tentativo ma non riconosciuto ufficialmente perché avvenuto in condizioni particolari e con l’aiuto di tecnologie favorevoli.