Le nuove divise Adidas delle nazionali italiane di calcio

Le nuove divise Adidas delle nazionali italiane di calcio

Sono state presentate oggi le nuove divise delle nazionali italiane di calcio. Dopo 19 anni non sono più prodotte da Puma bensì da Adidas, nuovo sponsor tecnico dopo esserlo già stato una prima volta negli anni Settanta. Nel comunicato di presentazione si legge: «Il design di gran parte della collezione è ispirato al marmo, elemento naturale, geografico e culturale che rappresenta l’Italia, e con lei molti monumenti e luoghi culturali del Paese nel corso dei secoli».

L’accordo tra FIGC e Adidas è «a lungo termine» e per i prossimi anni l’Italia sarà una delle nazionali principali tra quelle sponsorizzate dall’azienda tedesca, che già veste Argentina, Germania, Spagna, Giappone e Belgio. La nuova collezione dell’Italia è disponibile da oggi negli store online di FIGC e Adidas e presso alcuni rivenditori autorizzati.

– Leggi anche: Lo studio che ridisegna le squadre di calcio

La prima foto del volto di Matteo Messina Denaro dopo l’arresto

La prima foto del volto di Matteo Messina Denaro dopo l'arresto

Dopo l’arresto del capo di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro, avvenuto lunedì mattina in una clinica privata di Palermo, i carabinieri hanno diffuso la sua prima foto in oltre trent’anni. Messina Denaro era infatti latitante dal 1993 e le uniche foto del suo volto di cui si era a conoscenza risalivano a prima di quell’anno, quando aveva solo 31 anni.

(ANSA /CARABINIERI)

(ANSA /CARABINIERI)

Nel corso degli anni erano stati diffusi vari identikit di Messina Denaro, realizzati con sistemi informatici che avevano provato a ricostruirne l’aspetto immaginando come potesse essere invecchiato.

(ANSA)

(ANSA)

L’omaggio dello stadio del Chelsea a Gianluca Vialli

L'omaggio dello stadio del Chelsea a Gianluca Vialli

Domenica la squadra di calcio inglese del Chelsea ha giocato in casa, a Stamford Bridge, per la prima volta da quando è morto l’ex calciatore Gianluca Vialli, che aveva chiuso la sua carriera proprio al Chelsea nel 1999 (rimanendo poi come allenatore fino al 2000). Per omaggiare Vialli, il club e la tifoseria hanno organizzato una commemorazione molto partecipata, con immagini trasmesse sui maxischermi e grandi striscioni sugli spalti.

Uno degli striscioni dedicati a Vialli: la traduzione della dedica è “Quando i suoi gol illuminano il cielo, c’è una lacrima nel mio occhio” (Mike Hewitt/Getty Images)

Alla commemorazione hanno partecipato anche molti ex calciatori che giocarono insieme a Vialli o furono allenati da lui, tra cui John Terry, Chris Sutton, Graeme Le Saux e Jimmy Floyd Hasselbaink.

Il maxischermo di Stamford Bridge (Mike Hewitt/Getty Images)

L’ultima del Chelsea a Stamford Bridge era stata il 5 gennaio. Domenica ha giocato contro il Crystal Palace, in campionato, vincendo per 1-0.

Anche fuori dallo stadio, prima della partita, c’è stata una piccola cerimonia in cui i tifosi hanno lasciato fiori, oggetti e dediche in memoria di Vialli.

(Justin Setterfield/Getty Images)

– Leggi anche: L’irripetibile Sampdoria di Vialli e Mancini

Nuovo Flash