Questa ministra svedese ha trollato Trump?

Questa ministra svedese ha trollato Trump?

La ministra svedese della Cooperazione Internazionale e dell’Ambiente Isabella Lövin ha pubblicato su Twitter una fotografia «subito dopo aver firmato la legge sul clima svedese, che obbligherà i futuri governi ad arrivare a zero emissioni nette entro il 2045». Nell’immagine si vede Lövin (è anche vice prima ministra della Svezia) seduta a un tavolo e in piedi dietro di lei sette altre donne, una delle quali visibilmente incinta.

La fotografia sembra essere una chiara citazione (per non dire parodia) di un’immagine girata moltissimo sui social network nell’ultima settimana, quella in cui si vede il presidente degli Stati Uniti Donald Trump che firma uno dei suoi primi ordini esecutivi circondato dai suoi collaboratori, tutti uomini. La fotografia è stata molto condivisa perché ritrae il momento della firma del provvedimento che ha bloccato i finanziamenti del governo federale americano alle organizzazioni non governative internazionali che praticano o informano sull’interruzione di gravidanza all’estero: come hanno notato in molti l’immagine mostrava otto uomini decidere una cosa importante che riguarda i diritti riproduttivi delle donne.

Lövin ha poi commentato la fotografia che ha pubblicato dicendo che può essere interpretata come si crede, e ha detto: «Siamo un governo femminista, come si vede dalla foto».

La prima foto da “Stranger Things 2”

La prima foto da "Stranger Things 2"

Entertainment Weekly ha pubblicato la prima immagine tratta dalla seconda stagione di Stranger Things, la serie tv prodotta da Netflix uscita la scorsa estate. Nella foto si vedono alcuni dei protagonisti – Dustin, Mike e Lucas – vestiti con le divise del film Ghostbusters (uscito nel 1984, cioè un anno dopo i fatti raccontati nella prima stagione di Stranger Things). L’immagine fa parte del primo teaser della seconda stagione, che verrà mandato in onda per la prima volta domani sera durante il Superbowl, la finale del campionato di football americano.

st-s2_still1_r_crop

 

Altri paesi europei vogliono essere secondi al mondo (dopo gli Stati Uniti)

Altri paesi europei vogliono essere secondi al mondo (dopo gli Stati Uniti)

Avete presente quel video comico olandese in cui i Paesi Bassi si presentavano al presidente degli Stati Uniti Donald Trump? Altri comici in giro per l’Europa hanno pensato di fare video simili, anche citando direttamente quello di Arjen Lubach, e qualcuno ha anche creato un sito apposta dove raccoglierli tutti: Every Second Counts, cioè “Tutti i secondi contano”. Il nome del sito si riferisce alla parte finale dei video in cui ogni paese si propone per essere il secondo al mondo, subito dopo gli Stati Uniti, dato che uno degli slogan di Trump è “America First”, cioè “Prima l’America”. Per ora esistono video dedicati alla Svizzera, alla Germania, al Belgio, alla Lituania, al Portogallo e alla Danimarca. Non tutti sono autoironici e venuti bene quanto quello olandese, ma almeno quello svizzero (fatto dal programma comico Deville) e quello tedesco (realizzato per il programma Neo Magazine Royale) meritano di essere visti. Sarebbe bello che ce ne fosse uno anche per l’Italia, magari che prendesse spunto dal finale di quello tedesco.

Nuovo Flash