Nancy Brilli ha “riciclato” un libro che le aveva regalato Massimo D’Alema

Nancy Brilli ha "riciclato" un libro che le aveva regalato Massimo D'Alema

Andare nei mercatini di libri usati alla ricerca di oggetti preziosi o introvabili è uno dei più grandi piaceri degli amanti dei libri. Molte volte questi libri sono regali poco graditi e rivenduti appena possibile, nei quali però rimangono le dediche a ricordarne per sempre l’origine. In casi molto più rari può accadere di trovare una dedica scritta proprio dall’autore del libro: è quello che è successo in una libreria di via Merulana a Roma, come raccontato da Il Foglio e riportato dal giornalista Christian Rocca su Twitter. Il libro in questione è Oltre la paura, scritto dall’ex presidente del Consiglio Massimo D’Alema; e la dedica, piena di lodi entusiastiche, è rivolta all’attrice Nancy Brilli, che evidentemente non deve aver gradito molto il regalo: «A Nancy Brilli, della quale ammiro non solo il fascino, ma la tempra. Con simpatia, Massimo D’Alema».

L’omaggio di X Factor a Cranio Randagio

L'omaggio di X Factor a Cranio Randagio

La sera di giovedì 17 novembre è andata in onda la quarta puntata dal vivo di X Factor 10, il talent show musicale di Sky. La puntata è iniziata con un tributo a Cranio Randagio, il rapper ed ex concorrente di X Factor morto a Roma fra sabato 12 e domenica 13 per cause ancora da chiarire. Cranio Randagio – nome d’arte di Vittorio Bos Andrei – aveva 22 anni ed è stato trovato morto in una casa di Roma dove aveva partecipato a una festa. Aveva partecipato alla passata edizione di X Factor (il talent show musicale di Sky), nella squadra del cantante Mika. La puntata di ieri è iniziata con alcune parole di Alessandro Cattelan, conduttore del programma, e con un video di Petrolio, la sua canzone più famosa (in cui tra l’altro cita X Factor). Mentre sugli schermi andava il video sul palco c’erano alcuni concorrenti ed ex concorrenti di X Factor: alcuni di loro hanno cantato un pezzo della canzone.

Il concerto di Sting al Bataclan, tutto intero

Il concerto di Sting al Bataclan, tutto intero

Il 12 novembre ha riaperto il Bataclan, la sala di concerti di Parigi dove il 13 novembre 2015 morirono 90 persone nel corso di un attentato terroristico rivendicato dallo Stato Islamico (o ISIS). Il Bataclan ha riaperto con un concerto di Sting, che ha cantato di fronte a 1.500 spettatori, tra cui alcuni famigliari delle persone morte quella sera e alcuni sopravvissuti. Ora c’è il video completo del concerto.

Tra le cose particolari successe durante il concerto di Sting, ce n’è una di cui hanno parlato diversi giornali: prima dell’esibizione, a due membri degli Eagles of Death Metal – il gruppo che stava cantando la sera dell’attentato – è stato vietato l’ingresso nel locale. Il Guardian ha spiegato che è stato il co-direttore del Bataclan a rifiutarsi di farli entrare perché Jesse Hughes, il cantante del gruppo, aveva detto mesi fa di sospettare che gli attentatori fossero riusciti a entrare grazie a un aiuto dall’interno del locale, suggerendo quindi che parte della responsabilità fosse di chi lavorava per il Bataclan. Jules Frutos, uno dei gestori del Bataclan, ha detto ad AFP: «Sono venuti, non li ho fatti entrare. Ci sono cose che non possono essere perdonate».

Nuovo Flash